Ancora tutto in sospeso

E’ tempo di Mondiali, quindi i movimenti di mercato inerenti anche alla situazione delle panchine sono tutti in divenire. Ma in casa Chelsea, tiene ancora banco la questione legata al futuro della panchina, che al momento è orfana di Antonio Conte. Ancora l’annuncio ufficiale, come ben si sa, non è arrivato per le note vicende legate alla buonuscita che il club dovrebbe corrispondere al tecnico leccese. Per quanto riguarda il suo sostituto, per un periodo Maurizio Sarri pareva essere il nome più gettonato e quello su cui puntare maggiormente, essendo molto vicino alla panchina del Chelsea. Poi alcuni tentennamenti, lo Zenit che chiamava e la pista Sarri si è raffreddata. Poi è stata la volta di Laurent Blanc che intorno al 3 giugno è stato ad un passo dalla firma con i Blues. Dopo 16 giorni siamo ancora qui, in attesa di capire quale sarà il futuro del Chelsea e della panchina del club.

Conte-DeLa, scacco per Chelsea

In questo momento, pare che vi sia stato un riavvicinamento tra il Chelsea e Maurizio Sarri, il quale sarebbe ad un passo dalla firma del contratto. Il condizionale è d’obbligo, dato che tutto può cambiare in qualsiasi momento, come avvenuto precedentemente con Laurent Blanc. Il quotidiano di Napoli, Il Mattino, ha aperto così l’edizione odierna dedicata allo sport: “Conte-DeLa, due muri per Sarri. Il tecnico leccese chiede al Chelsea la buonuscita per risolvere il contratto. Il patron non vuole liberare gratuitamente il toscano vincolato fino al 2020”. In questo momento la vicenda tiene in scacco sia Chelsea che Napoli in quanto il leccese attende la buonuscita del Chelsea, che vuole nella sua interezza, fino all’ultimo centesimo. Invece, Aurelio De Laurentiis non vorrebbe liberare gratuitamente Sarri, con il contratto in scadenza nel 2020. Ed in tutto ciò, il Chelsea ne sta uscendo sconfitto.