Mason Mount, l’arma in più del Chelsea: per lui gol all’esordio a Stamford Bridge

Alla scoperta di Mason Mount, baby fenomeno del Chelsea di Lampard.

Mason Mount, il nuovo gioiello del Chelsea di Lampard.
Mason Mount, il nuovo gioiello del Chelsea di Lampard.

Mason Mount, giovane stella del Chelsea

Quest’anno la filosofia del Chelsea è ben chiara. Puntare su un allenatore giovane e riempire la rosa di ragazzi talentuosi uniti all’esperienza di elementi come Pedro e Azpilicueta. Tra questi giovani, uno in particolare sta catturando l’attenzione della stampa inglese. Si tratta di Mason Mount, attaccante classe ’99 prodotto del vivaio Blues. Frank Lampard lo ha avuto con lui l’anno scorso al Derby County e da quella stagione se ne è letteralmente innamorato, tanto che una delle prime richieste fatte alla dirigenza nella sua nuova avventura al Chelsea è stata quella di tenere il ragazzino. Di lui si fida ciecamente, tanto da concedergli il campo in tutti e tre gli impegni ufficiali disputati fin qui dai Blues, venendo ripagato nell’ultima giornata con un gol (il primo in maglia Chelsea) contro il Leicester. “Un sogno segnare all’esordio allo Stamford Bridge”. E come dargli torto, lui che quando gli dissero che l’ultimo giocatore delle giovanili ad arrivare in prima squadra era stato John Terry rispose: “Io sarò il prossimo”.

Dal rifiuto al Portsmouth all’Olanda

Il Chelsea nel destino e nel cuore, perchè la scelta di vestire questi colori l’ha presa quando aveva solo 6 anni, quando rifiutò il Portsmouth. Da lì tutta la trafila nelle giovanili fino a due stagioni fa, quando partì per il suo primo prestito. In Olanda, al Vitesse, dove in 40 partite mette a segno 13 gol e 10 assist. Poi la stagione scorsa al Derby County dove, come detto, ha trovato per la prima volta Lampard. 44 partite, 11 gol e 6 assist prima del grande salto in Premier League, al Chelsea. Ora il ragazzo non vuole più fermarsi, il Chelsea ha il suo nuovo gioiello.