Maradona dà spettacolo sugli spalti: il solito vecchio Pibe…

L'ex ct dell'Argentina protagonista sugli spalti

Argentina-Nigeria rimarrà nell’immaginario collettivo come la partita della rinascita dell’Argentina e di Messi, ma anche della “performance” di Diego Armando Maradona sugli spalti.

Esultanze mistiche e gestacci

El Pibe de Oro dall’inizio dei Mondiali è apparso in tutte le partite dell’Albiceleste, soffrendo come tutto il popolo argentino nelle prime due uscite contro Islanda e Croazia; l’ex numero 10 ci è andato giù pesante soprattutto sul ct Sampaoli, reo di non aver mai dato un’identità alla squadra.

Ieri però, nella decisiva partita contro la Nigeria, che ha consegnato all’Argentina la qualificazione agli ottavi di finale, Diego ha offerto senza dubbio il meglio di sè; il primo episodio si registra in seguito al primo gol di Messi: Maradona, intercettato subito dalle telecamere, viene ripreso mentre incrocia le braccia e alza gli occhi verso il cielo quasi in stato di trance, in quello che assume le sembianze di un rito mistico propiziatorio.

In occasione del secondo gol di Rojo degli ultimi minuti, Maradona invece ha peccato di scarsa eleganza, mostrando con entrambe le mani il dito medio a qualche povero sprovveduto che siedeva sugli spalti.

Cuore a mille, malore in vista

La serata no limits di Maradona, si conclude con El Pibe che viene colpito da un malore al termine della partita, e successivamente trasferito all’ospedale più vicino per dei controlli precauzionali.

Nel mezzo, circolano alcuni video che ritraggono l’ex ct dell’Albiceleste, in condizioni non propriamente stabili sugli spalti: sguardo perso, scarsa lucidità. Il che, farebbe pensare ad un consumo di droghe tuttora persistente.

Si spera che El Pibe torni prontamente in forma per la super sfida degli ottavi contro la Francia; perché, che si ami o no, Diego Armando Maradona è questo e molto altro, un personaggio d’altri tempi, che continua, nel bene e nel male, a far parlare di sé. E, diciamocelo, se non ci fosse lui, questi Mondiali sarebbero un pizzico più noiosi.