L’ex duo Ferrari teme che il mondiale continui ad essere atteso

L’ex duo Ferrari teme che il mondiale continui ad essere atteso

Gli ex piloti Ferrari Ivan Capelli e Rene Arnaud hanno sollevato dubbi sulla capacità della Ferrari di progettare un’auto vincitrice del campionato.

Dopotutto, l’ufficio tecnico è lo stesso che ha progettato il poco redditizio SF21.

Mentre Mattia Binotto è capo squadra dal 2019, in sostituzione di Maurizio Arrivabene, Enrico Cardel è a capo del lato telai ed Enrico Gualtieri guida la divisione motori.

Ed è giusto dire che il trio non ha avuto molto successo negli ultimi anni.

Dopo lo scandalo dei motori del 2019, Ferrari Hanno avuto la loro peggiore prestazione in tutta la stagione in 40 anni nel 2020 e hanno subito la stessa mancanza di vittorie la scorsa stagione, nonostante siano rimbalzati dal sesto al terzo posto nel campionato costruttori.

Questo non è affatto l’obiettivo della Ferrari, la squadra più longeva in Formula 1 che sogna il successo in campionato.

Ci sono voluti più di un decennio, con la Ferrari che ha vinto l’ultima volta il titolo piloti nel 2007 e i costruttori che hanno vinto un anno dopo.

Mentre artisti del calibro di Timo Glock pensano che la Scuderia possa rivaleggiare quest’anno, Capelli, che ha corso per la Ferrari nel 1992, teme che l’attesa possa continuare.

“L’unico dubbio è che in questi anni, se non hanno mai trovato la chiave del problema, come possono farlo adesso, senza l’innesto di qualcuno che porta qualcosa di diverso?” La richiesta di Capelli secondo FormulaPassion.it.

Questo è un sentimento ripreso da Arnoux.

“Non lo vedo neanche io, perché le persone che fanno la macchina non sono cambiate”, ha detto il francese, che ha corso 32 gare per la Scuderia.

READ  Scegli GOTY Guardians of Galaxy's Sales's Disappoint Square Enix

“In Ferrari siamo indietro in termini di tecnologia da anni”.

Tuttavia, vede una squadra nella squadra e questa è la formazione di Charles Leclerc e Carlos Sainz.

“I piloti sono bravi, entrambi a livello dei migliori”, ha aggiunto.

Ma mentre gli ex piloti nutrono dubbi sull’ufficio tecnico della Ferrari, il capo del team Mattia Binotto è “convinto” di aver fatto il lavoro con la Formula 1-75 di quest’anno.

Con l’introduzione di nuove vetture in Formula 1, il 2022 offre alla Ferrari un posto pulito e l’opportunità perfetta per tornare alla vittoria.

“In questo momento, non ha senso avere un Piano B, stiamo iniziando con un’auto in cui mettiamo il nostro meglio in avanti”, ha detto Binotto.

“Guardando i dati, siamo convinti che la macchina funzionerà.

“Poi ovviamente c’è sempre la questione di come si confronta con i suoi rivali. In F1, tutto è sempre relativo e dovremo aspettare le prime gare per avere il quadro giusto”.

L’italiano ha anche ammonito che solo perché una squadra è rapidamente fuori dai blocchi, ciò non significa che gli altri non raggiungeranno rapidamente.

“Penso che dovremo aspettare cinque o sei gare per capire tutto il potenziale della vettura”, ha aggiunto.

“Penso sia possibile che le vetture che sono molto veloci nella prima gara non lo saranno nella quinta. I veri valori delle vetture verranno fuori dopo poche gare”.

Regola PlanetF1

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIOMERCATOT8.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio Mercato