Legends of Football: Patrick Vieira

Patrick Donalè Vieira meglio conosciuto come Patrick Vieira, nasce a Dakar il 23 giugno 1976, prima di traslocare con la sua famiglia a Dreux in Francia all’età di 8 anni. Nello stesso anno passa nelle giovanili Trappes dove rimane fino all’età di 12 anni quando passa prima al Drousais poi al Tours. Due anni più tardi passa al Cannes, dove passa in prima squadra all’età di 19 anni e ne diventa capitano. A dicembre del 1995 viene ingaggiato dal Milan, con cui vince 2 scudetti ma colleziona sole 2 presenze restando quasi sempre tra le riserve. Nel settembre del 1996 allora, il neo allenatore dell’Arsenal Arsene Wenger, decide di portarlo a Londra, pagando i 4,5 milioni di sterline richiesti dai rossoneri. In Inghilterra il francese riesce a farsi notare per le sue grandi doti fisiche e di passaggio, e il primo anno con il suo compagno di nazionale Pires vincono l’FA CUP nel 1998, e si ritrova nella lista dei convocati per il successivo mondiale. Nel 2000 vince l’Europeo con la nazionale, e nella stagione 2003-2004 diventa capitano dei gunners nella favolosa stagione per il club, e nella finale si FA CUP contro il Manchester United realizza il rigore decisivo per la vittoria finale. Ma nell’estate del 2005, quando sembra ormai tutto fatto per il passaggio al Real Madrid, arriva il lampo di genio di Luciano Moggi che lo strappa ai blancos e lo porta alla Juventus, dove vince lo scudetto poi assegnato a tavolino per Calciopoli all’Inter, squadra in cui nell’estate del 2006 dopo la retrocessione della Juventus in Serie B passa per la cifra di 9,5 milioni insieme Al compagno di squadra Zlatan Ibrahimovic. Con i nerazzurri, in tre stagioni totalizza 67 presenze e siglando 6 reti, prima di tornare poi nel gennaio del 2010 in Premier League dove ad attenderlo c’è il Manchester City. Con i Cityzens però non ha lo stesso impatto che trovava nell’Arsenal, e in due stagioni totalizza solamente 28 presenze e 3 reti, per poi ritirarsi dal calcio giocato il 14 luglio del 2011.