Le pagelle e le dichiarazioni post partita di Juventus-Frosinone

TABELLINO E PAGELLE

JUVENTUS-FROSINONE 3-0

JUVENTUS – Szczesny 6; Cancelo 6,5, Bonucci 7, Chiellini 6 (25′ st Caceres 6), De Sciglio 6,5; Khedira 6,5 (35′ st Pjanic s.v.), Bentancur 6, Emre Can 6; Dybala 7,5, Mandzukic 6,5, Ronaldo 7 (19′ st Bernardeschi 6).
FROSINONE – Sportiello 5,5; Capuano 5, Salamon 5, Goldaniga 6; Zampano 5,5 (38′ st Paganini s.v.), Chibsah 5,5 (32′ st Gori s.v.), Viviani 4,5, Cassata 6, Molinaro 4,5; Ciofani 5 (12′ st Pinamonti 5,5), Ciano 5,5.

Gol: Dybala, Bonucci, Ronaldo
Ammoniti: Emre Can, Cancelo, Salomon, Molinaro, Cassata
Assist: Ronaldo, Mandzukic

LE PAROLE DI ALLEGRI

“La squadra è in crescita fisicamente, a parte la battuta d’arresto in campionato con il Parma sta facendo bene. Dopo un inizio in cui abbiamo faticato dopo la sosta siamo in buone condizioni, siamo in un momento importante del campionato e della Champions. Rugani non era in condizione, a Chiellini dovevo mettere minutaggio, quando ci sono giocatori che rientrano è importante farli ripartire subito. Dybala? Ha fatto un gran gol e una bella prestazione, sono contento per lui, aveva bisogno di questo gol, gli attaccanti vivono per questo. Ci prepariamo a giocare la prima contro l’Atlético, sarà una partita diversa, ci vorrà attenzione e dovremo giocare a Madrid per fare gol. Il gioco della Juve ha sempre bisogno di un giocatore tra le linee, Paulo in questo è bravo, la differenza rispetto allo scorso anno è che ne avevamo uno davanti, quest’anno due, lo sviluppo del gioco è diverso, lui ha meno spazio per entrare dentro. Questo lo limita nei gol ma non nelle prestazioni, ha giocato le stesse palle nelle zone in cui le giocava negli anni precedenti”.

LE PAROLE DI BARONI

“Era una gara difficilissima da affrontare, si sono viste sul campo le loro qualità tecniche. Dopo sedici minuti essere sotto di due gol non era facile per noi, la squadra è rimasta in campo con attenzione, mi è piaciuta la prestazione. In questi momenti bisogna saper prendere le cose positive. Il risultato ci ha penalizzato, ma la prestazione mi lascia fiducioso. Queste partite ci sono nel calendario, ci servono, sono gare che ci devono dare quella convinzione, quella compattezza. Sono difficili, ma sono un percorso di crescita che se affrontate con prestazioni importanti ci possono permettere di affrontare le partite per noi importanti nel modo giusto. La squadra ha trovato solidità ed equilibrio, credo che giocando come stiamo facendo, cercando di portare pressione alla palla, di non stare in area di rigore nostra troveremo benefici anche in casa. Col Milan abbiamo fatto una buona gara è venuto fuori un pareggio, con la Lazio abbiamo fatto bene, poteva venir fuori un risultato. Credo ci si stia avvicinando anche a questo, il nostro stadio non può essere terra di conquista, dovremo trovare i punti che ci serviranno anche in casa. Passo successivo? La squadra ha trovato equilibrio, i quinti lavorano alti, cerchiamo di non stare vicino all’area. Prima scendevamo troppo, adesso cerchiamo di tenere l’avversario alto. Credo che migliorando un po’ di gestione della palla ma soprattutto l’autostima, credendo che in questo campionato possiamo starci e lottare fino in fondo sarà il passo per affrontare le gare per noi vitali”.