Lazio, campionato sottotono e Coppa Italia da protagonista. Anche stavolta Inzaghi ha vinto

Le ultime dalla Sardegna Arena in vista del match tra Cagliari e Lazio.
Le ultime dalla Sardegna Arena in vista del match tra Cagliari e Lazio.

Lazio Coppa Italia / Sono passati poco più di tre anni da quando Simone Inzaghi, in seguito all’esonero di Stefano Pioli, esordì come allenatore della prima squadra della Lazio. In questo periodo, anche abbastanza breve dal punto di vista sportivo, il 43enne tecnico piacentino ha già portato a casa due trofei (la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana dello scorso anno), raggiungendo un’ulteriore finale di Coppa Italia due stagioni fa.

La Coppa vale la stagione

E’ vero, in questa stagione la Lazio non ha decisamente brillato. Complice il calo netto di rendimento di Ciro Immobile, passato da 23 gol di due stagioni fa, ai 29 dello scorso anno, ai “soli” 14 di quest’anno. Sono calati di rendimento anche Milinkovic Savic e Luis Alberto, lo scorso anno veri dominatori del centrocampo e quest’anno un po’ ridimensionati. E’ mancato De Vrij, nonostante Acerbi lo abbia rimpiazzato in modo assolutamente degno.

Il cammino in Coppa Italia, in cui la Lazio ha eliminato, in ordine, Inter, Milan e Atalanta, ha però riequilibrato tutto, rimediando ad una qualificazione europea messa in dubbio dalla clamorosa bagarre in campionato e, a differenza di tutte le altre squadre che lottano per il quarto posto, ha portato in dote un trofeo.

La Lazio avrebbe potuto far di più solamente considerando come ci sia stata un’altra brutta stagione per squadre come Milan e Roma, incapaci di piazzarsi (almeno fino ad oggi) al quarto posto. Nella mia griglia di partenza, infatti, la Lazio sarebbe arrivata in Europa League. Non si sa se così sarà dalla classifica, ma l’Europa League ci sarà grazie alla Coppa Italia. Considerando però che Roma e Milan potrebbero non giocare la prossima Champions League, si sarebbe potuto approfittare di queste cadute, incuneandosi tra le big.

In ogni caso, poco male. Inzaghi ha dimostrato ancora una volta di essere un re di Coppe, regalando ai suoi il secondo trofeo in tre anni. L’augurio è che il prossimo trofeo possa essere