La Top 11 degli ingaggi della Serie A: dominio Juve

Come oramai da tradizione, è uscito nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport lo studio inerente agli ingaggi dei calciatori delle squadre di Serie A. La scena è dominata dalla Juventus. Il monte ingaggi dei campioni d’Italia raggiunge i 294 milioni di euro, più del doppio dell’Inter, seconda a quota 139 milioni. A livello individuale, il cinque volte pallone d’oro Ronaldo non ha rivali. 31 milioni annui sono una cifra inavvicinabile per qualsiasi altro calciatore della nostra Serie A. Il secondo stipendio più alto? E’ sempre di un bianconero, per la precisione del neo acquisto, nonché giovanissimo, Matthijs de Ligt. Il difensore classe ’99 percepisce ben 8 milioni di euro più lauti bonus, stando a quanto riporta la rosea. Abbiamo deciso di stillare la Top 11 dei calciatori più pagati, con tanto di formazione riserve.

La formazione dei calciatori più pagati in Serie A

In porta c’è Donnarumma con il suo tanto discusso ingaggio da 6 milioni, conseguenza del rinnovo-telenovela di due estati fa, al termine della querelle tra Raiola e la coppia Fassone-Mirabelli. Nel ruolo di terzino destro troviamo un volto nuovo della Serie A: Danilo. L’ex City percepisce uno stipendio di 4 milioni più uno di bonus. La coppia di centrali è formata da de Ligt (8 milioni) e Koulibaly, che con 6 milioni guida la classifica degli ingaggi del Napoli. A sinistra c’è ancora la Juve, con i 5 milioni annui di Alex Sandro. A centrocampo è monologo bianconero: Ramsey e Rabiot, arrivati a Torino a parametro zero, percepiscono 7 milioni a testa, mentre Pjanic si “ferma” a 6,5. Il tridente offensivo è composto (neanche a dirlo) da Cristiano Ronaldo (31 milioni netti), Higuain (7,5 milioni) e dal neo bomber nerazzurro Romelu Lukaku. Il belga è il calciatore più pagato della rosa dell’Inter con 7,5 milioni di parte fissa e 1,5 milioni di bonus. Lukaku, Koulibaly e Donnarumma sono gli unici “non juventini” facenti parte di questa Top 11, a testimonianza dell’egemonia economica bianconera.

Top 11 stipendi Serie A: le riserve

La situazione nella formazione delle “riserve” non è certo più eterogenea. Il secondo portiere più pagato della Serie A è Szczesny, con un ingaggio da 3,5 milioni. La difesa è formata da Florenzi (3 milioni), Bonucci (5,5), Godin (5+1) e un trio di terzini sinistri con uno stipendio da 3 milioni netti: Spinazzola, De Sciglio e Asamoah. A centrocampo troviamo Khedira e l’escluso dalla lista Champions Emre Can, rispettivamente con 6 e 5 milioni annui. Il terzo posto in mediana se lo conquista Pastore grazie ai suoi 4,5 milioni di ingaggio. In avanti, è ancora dominio Juve. Dybala (7,3 all’anno), Mandzukic (6 milioni) e Douglas Costa (6 milioni) costituiscono il secondo tridente più remunerato della nostra Serie A. 8 calciatori su 11 nella formazione titolare, 7/11 nell’undici delle riserve (escludendo De Sciglio nel ruolo di terzino sinistro). Da questi dati, si evince la portata del potenziale economico bianconero, troppo avanti rispetto a quello delle altre contenders.