Juventus-Inter 1-0: dichiarazioni post-partita

Juventus-Inter 1-0

La partita all’Allianz Stadium si è conclusa sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa. Una partita ben giocata da entrambe le squadre dove l’Inter ha sprecato molte buone occasioni, con la Juventus che ha punito la squadra nerazzurra grazie al gol di Mario Mandzukic. Ecco le dichiarazioni post-partita di Juventus-Inter.

Dichiarazioni post-partita

Massimiliano Allegri: “Nel primo tempo siamo stati un po’ bloccati, e l’Inter ci ha messo in difficoltà, aprendo Joao Mario e Gagliardini. È anche vero che le azioni pericolose le abbiamo prese su errori nostri, che loro possono sfruttare bene per spaccare la partita”. Problemi dovuti anche ai movimenti di Politano: “Bisognava essere più bravi a gestire la loro ampiezza. Nel primo tempo abbiamo rimediato solo dal 30’ in poi, quando abbiamo portato con pazienza la palla nella metà campo avversaria. Stasera avevo chiesto una patita efficace e concreta: nei secondi 45 minuti è andata meglio. Nella ripresa siamo stati ordinati e compatti, poi le qualità vengono fuori. A destra c’era Politano che si faceva trovare alto, mentre De Sciglio soffriva di meno. Siamo stati bravi contro un’Inter che, se gli vai dietro, ti porta in giro per il campo”.

Luciano Spalletti: “La partita va giocata in un certo modo e noi non lo abbiamo fatto con sufficiente costanza e continuità. Abbiamo sbagliato a leggere qualche situazione di troppo, un aspetto nel quale la Juventus non sbaglia mai. Loro sono bravissimi a portare dalle loro certi episodi, mentre noi siamo stati spesso ingenui. Certo, passare in vantaggio avrebbe potuto fare la differenza, così come l’hanno fatta i nostri troppi errori tecnici che hanno favorito qualche rientro difensivo della Juventus. Credo che Icardi abbia fatto quello che doveva, anzi se proprio vogliamo dirla tutta penso sia stato più bravo di altre volte a giocare con la squadra. In generale penso che in generale abbiamo giocato un buonissimo calcio, ma poi ci si rimane male a perdere certe partite. Non possiamo mai alleggerire l’attenzione, perché quando lo abbiamo fatto abbiamo preso gol”.