Italia under 21, Di Biagio si dimette: “Ringrazio tutti, per me non è un fallimento!”

Di Biagio non è più il commissario tecnico della nazionale italiana under 21. L’ex centrocampista questa mattina alle 11 ha convocato una conferenza stampa ed ha annunciato la sua decisione dopo l’eliminazione avvenuta ieri sera.

I PASSAGGI PRINCIPALI DELLA SUA CONFERENZA

“Un bilancio? Bisogna scindere i risultati di questi anni da quello che è successo in questo Europeo. Direi che è stato fatto un ottimo lavoro: abbiamo fatto crescere tanti ragazzi, siamo stati competitivi con tante squadre forti, tanti ragazzi sono andati in Nazionale A. Poi ci sono le note dolenti, perché il risultato non è positivo ma non è un fallimento per me. Non sarò più l’allenatore dell’Under 21. Ringrazio tutti, dai dirigenti a Maurizio Viscidi. Il primo europeo è stato un miracolo, qualificarsi davanti a Belgio e Serbia è stato miracoloso. Il secondo europeo abbiamo perso la semifinale con la Spagna, con i più forti. Ci sono sempre 5-6 squadre che possono vincere. Il fallimento vero è quando fai 0 punti e nessuno va in nazionale maggiore. E non ho bisogno di essere difeso dalla Federazione: ho parlato dei giocatori Under perché abbiamo questo problema. Per quanto riguarda il mio futuro, Sono sul mercato. Club di Serie A e Serie B mi hanno cercato ma per rispetto della Federazione ho sempre detto di no. Grazie alla crescita di questi anni mi sento pronto per nuove sfide. 

CHI SARÀ IL POST DI BIAGIO? 

In pole position c’è sicuramente Nicolato, che tanto bene ha fatto con l’under 20 in questo mondiale. Attenzione però, perché le sorprese sono dietro l’angolo. Nei prossimi giorni la Federazione si metterà al lavoro per ricercare un allenatore all’altezza. Negli ultimi giorni si è parlato anche di Daniele De Rossi che però sembra destinato ad un altra stagione da giocatore nel nostro campionato, salvo sorprese dell’ultimo momento.