Iran-Portogallo: VAR protagonista, è 1-1 al cardiopalma

Iran-Portogallo: VAR protagonista

Una magia di Quaresma prima e un rigore per l’Iran fissano un pareggio al cardiopalma, con ben due penalty concessi dal VAR.

Primo tempo

Il Portogallo fa valere fin dall’inizio la propria superiorità tecnica, ma l’Iran tiene bene e talvolta cerca di far male ripartendo in velocità. Nella prima frazione gli iberici non riescono a sfruttare al meglio gli spazi lasciati dagli iraniani. Molta imprecisione e poca concretezza negli ultimi venti metri infatti per Ronaldo e compagni. Nel finale del primo tempo è una giocata individuale a dare lo strappo al match. Quaresma partendo defilato, scambia ottimamente con Cedric al limite dell’area, e fa partire una “trivela” fantastica, che si infila all’incrocio dei pali, siglando l’1-0 per i suoi.

Secondo tempo

Dopo cinque minuti dall’inizio della ripresa Ronaldo viene steso in area, ed il direttore di gara, con l’aiuto del VAR, decide di concedere il calcio di rigore. Dagli undici metri va lo stesso attaccante del Real Madrid, il quale però si fa ipnotizzare dal portiere avversario, che gli nega il raddoppio. Successivamente la gara si innervosisce un po’, e il ritmo viene spezzettato dai parecchi falli commessi. Nel finale il Portogallo cerca di tenere sotto controllo la partita, e di limitare al minimo i danni. Al 92° ancora decisivo il VAR, dubbio tocco di mano di Cedric, che viene punito con il penalty. Dal dischetto Ansarifard non sbaglia e pareggia i conti, fissando il risultato sull’1-1.

Nonostante il pareggio, Ronaldo e compagni passano il turno nel gruppo B e affronteranno l’Uruguay nell’ottavo di finale, in programma per sabato 30 giugno.