Intervista esclusiva a Elena Pisani, difensore della Nazionale U23

CHI È ELENA PISANI?

Numero quattro, difesa e tanta grinta: Elena Pisani è questo e molto altro. Durante l’anno studia alla East Tennessee University, università degli Stati Uniti, e gioca nella squadra universitaria, di cui è anche capitana. Spesso è convocata dalla Nazionale Italiana Under23, con cui questa estate giocherà le Universiadi. Durante l’estate è una dei coach dell’American Soccer Camp, un campus estivo organizzato al campo della Masseroni Marchese di Milano. L’obiettivo degli istruttori è quello di unire l’utile al dilettevole, insegnando l’inglese ai ragazzi per mezzo del calcio.

L’INTERVISTA

Per cominciare volevo chiederti, cosa ne pensi della crescita movimento del calcio femminile italiano e della spinta che il Mondiale sta dando?

Il movimento sta crescendo, è evidente, e il Mondiale sta dando il suo grande apporto, ma non siamo ancora al livello della Francia o di altri paesi esteri. Comunque l’ingresso delle squadre femminili di Milan, Juventus, Roma, Inter e Fiorentina ha certamente alzato il livello. Credo che andando di questo passo, in qualche anno si possa raggiungere il professionismo, un grande traguardo che deve però essere solo il punto di inizio.

Sapendo che il prossimo avversario dell’Italia sarà la Cina, le nostre ragazze possono continuare a farci sognare?

Io credo tantissimo in loro; la Cina è una squadra alla portata e le ragazze sono fantastiche. Però sono convinta che i pronostici servano a poco, perché in una competizione come il Mondiale può succedere di tutto. Le azzurre hanno avuto una settimana per riposare dal triplice impegno del girone e credo che possano fare molto bene. Tanti meriti vanno certamente a Coach Milena e al gruppo, coeso e forte.

Questa estate giocherai le Universiadi con la maglia azzurra, vorrei perciò parlare con te delle vostre ambizioni per questa competizione.

Non ci siamo date un obiettivo fisso parlandone tra noi, ma siamo intenzionate a fare bene. È certamente vero che affronteremo due tra le piu grandi potenze mondiali: Stati Uniti e Giappone. Però siamo un grande gruppo: abbiamo tante giocatrici di qualità, soprattutto nei reparti offensivi. La nostra ambizione è quella di scendere in campo concentrate partita per partita, dare il nostro meglio e ottenere il miglior risultato possibile. Poi, se dovessimo trovare avversarie davvero più forti di noi, complimenti a loro!