Inter, serata celebrativa per i 110 anni di storia

Ieri come tutti sanno l’Inter ha festeggiato 110 anni di storia. La società ha organizzato una serata celebrativa al “Pirelli Hangar Bicocca” di Milano con molti personaggi che hanno scritto pagine di storia dei nerazzurri, alcuni dei quali hanno rilasciato alcune parole molto interessanti.

Ronaldo: “Noi contro un sistema corrotto”

Le parole più interessanti vengono dal “fenomeno”. Durante uno scambio di battute con il suo ex tecnico Simoni, il brasiliano si lascia sfuggire queste parole: “Mister, non abbiamo vinto in quel tempo per la fase storica in cui eravamo, per tutto quello che c’era fuori”. Ma non è finita qui, perchè durante un suo discorso sul palco aggiunge: “Ai miei tempi meritavamo di più, ma abbiamo dovuto combattere con un sistema corrotto che poi tutti hanno scoperto. Sono emozionato ad essere qui, è un grande onore e più di tutti ringrazio ‘papà Moratti’, e poi Marco Tronchetti Provera che ci ha sostenuti in ogni momento”. Parole che sicuramente infiammano il tifo nerazzurro e che buttano, se mai c’è ne fosse bisogno, benzina sul fuoco nella rivalità Inter-Juve.

Zhang Jr.: “Lotteremo per altri 100”

Il figlio dell’attuale patron nerazzurro fa importanti promesse: “Garantisco che i tecnici e i giocatori capiscono quanto sia importante, per quanto difficile, migliorare. Voglio dirvi che vedrete l’Inter; ora diffondete in tutto il mondo l’energia positiva e la tradizione della famiglia Moratti e continuate a lottare per i prossimi cento, duecento, trecento anni”. Anche Spalletti e Ausilio presenti alla cerimonia. Il tecnico si autoimpone il dovere di far vincere all’Inter il più possibile, mentre il d.s. parla del futuro del capitano, Icardi: “Ha tempo, ora deve pensare al presente per il bene della squadra e per il suo”.

Inaugurata la Hall of Fame

Presentata inoltre la nuova Hall of Fame nerazzurra, con i primi quattro nomi. Tra i portieri si poteva scegliere tra Zenga, Toldo e Pagliuca. Ed è stato proprio l’uomo ragno ad essere stato premiato. Tra i difensori i nomi erano quelli di Facchetti, Zanetti e Bergomi, con l’argentino che è stato il più votato. Lothar Matthaus è il primo centrocampista, battuti Stankovic e Mazzola. Tra gli attaccanti invece ha avuto la meglio Ronaldo “il fenomeno” su Meazza e Altobelli.