Inter, nessun ripensamento sul fronte Nainggolan

L’Inter e Radja Nainggolan, una storia piena di intrighi degna della migliore telenovela televisiva: tra colpi di scena e decisioni ancora da confermare. Come Icardi, anche Radja non è stato convocato per la prima amichevole estiva contro il Lugano. Il Ninja ha ricevuto ieri il permesso dalla società per poter tornare a casa a Milano, ma con molta probabilità prenderà parte alla tournée in Asia. L’Inter non cambia la propria idea, Nainggolan rimane fuori dal progetto. Il Ninja però ce la sta mettendo tutta per far ricredere Antonio Conte e la dirigenza nerazzurra. Impegno e determinazione all’ordine del giorno, una forma fisica perfetta e dedizione al lavoro per convincere il tecnico salentino.

Inter in partenza per l’Asia: presente anche Nainggolan

La Gazzetta dello Sport oggi in edicola ha approfondito la questione Nainggolan precisando dettagliatamente la posizione interista a riguardo. Nette le differenze con la vicenda Icardi. “Per Conte e Marotta, e quindi anche per Zhang e per l’Inter tutta, anche lui è fuori dal progetto. A Singapore e in Cina andrà: anche lì non giocherà le amichevoli, ma si allenerà con i compagni e di volta in volta si deciderà quale parte dell’allenamento farà. È già successo in Svizzera: quando Conte per alcuni esercizi, situazioni o partitelle ha avuto bisogno di un centrocampista in più, lo ha usato con i compagni. Senza però che la cosa cambi l’idea di fondo: se da una parte viene apprezzata la professionalità di questa prima piccola parte di stagione, non ci sono spazi per rimonte o cambi di scenari. Anzi, bisognerà fare in fretta perché il mercato cinese chiude il 31 luglio. Anche se le questioni familiari, con la malattia della moglie Claudia, hanno forse reso più difficile una scelta di cambio di scenario così radicale. Intanto l’Inter continua a cercare al belga una sistemazione, anche in prestito oneroso (l’ammortamento per questa stagione pesa per 9 milioni)“.