Inter, Marotta: “Con il Milan bisogna tirare fuori ancora di più l’orgoglio”

Al termine del convegno “Seconde squadre”, l'ad nerazzurro è tornato sui temi caldi che tengono banco in casa Inter

Al termine del convegno “Seconde squadre” organizzato dalla Juventus e dalla Lega Pro, Beppe Marotta ha parlato del momento no dell’Inter, ha difeso Spalletti e si dice ottimista sul rientro di Maurito Icardi. Fra i vari argomenti trattati l’a.d. nerazzurro non perde di vista il derby defiendnolo fondamentale nel processo di crescita dell’Inter.

Dopo l’amarezza eurpea, testa al derby

Con il gol di Jovic a San Siro l’Inter è stata eliminata dall’Europa League. Marotta suona la carica per i nerazzurri, chiede ai giocatori di dimostrare che aqui tambien tenemos huevos: “Bisogna registrare questa sconfitta che fa male ma che ci deve insegnare qualcosa, ossia guardare al futuro e quel futuro per noi si chiama Milan. Bisogna tirare fuori ancora di più l’orgoglio, quel senso di appartenenza che sono elementi indispensabili per raggiungere un obiettivo importante”.

Su Spalletti ed Icardi

Marotta da fiducia a Spalletti e lo reputa incolpevole riguardo l’eliminazione europea: “Nessun problema con lui, l’allenatore non c’entra niente, nel senso che le difficoltà nascono oggettivamente indipendentemente dal nome dell’allenatore. Spalletti sta conducendo la squadra nel migliore dei modi, assolutamente con lui dobbiamo arrivare a questo traguardo importante”. Su Icardi: “Novità non ce ne sono. E’ un caso di cui ormai sappiamo tutto. Io sono sempre ottimista perché penso che il buonsenso alla fine prevalga sempre e si possa arrivare ad essere soddisfatti più avanti”.