Inter, Lukaku si sbilancia: “Conte è il migliore allenatore del mondo”

Lukaku sempre in orbita Inter

Al termine della gara con la Scozia, Romelu Lukaku ha rilasciato importanti dichiarazioni ai microfoni dei giornalisti presenti in ottica Inter. Non è un mistero che il belga sia l’attaccante chiesto da Antonio Conte per rivoluzionare il reparto d’attacco nerazzurro. Il tecnico salentino lo ritiene l’elemento ideale per le sue trame di gioco, per far salire la squadra ed occupare al meglio l’area di rigore avversaria. Con il suo agente Federico Pastorello si è già trovata un’intesa sul contratto: 7.5 milioni all’anno per i prossimi cinque anni. Discorso diverso per la trattiva con il Manchester United: i Red Devils cercano di monetizzare il più possibile, la Beneamata invece gioca al ribasso e punta ad inserire Perisic come parziale contropartita tecnica.

Le parole di Lukaku: l’Inter nei suoi pensieri

Ecco le parole dell’attaccante belga ai microfoni di Sportmediaset: “Un bene che Conte sia andato all’Inter, per me è il miglior allenatore al mondo. Per quanto riguarda il mio futuro, ho già preso una decisione che non posso ancora comunicare pubblicamente per rispetto del Manchester United con cui ho un contratto”.

A proposito del campionato italiano: “Sono un grande fan della Serie A, chi mi è vicino sa che ho sempre desiderato giocare nel campionato inglese e in quello italiano: amo l’Italia. E poi è arrivato Cristiano Ronaldo, Sarri andrà alla Juventus, c’è Ancelotti al Napoli: sarà una Serie A emozionante”.

Le caratteristiche di Romelu Lukaku

Lukaku è un attaccante diverso da Icardi. L’argentino è molto più un finalizzatore, come lui sottoporta ce ne sono pochi al mondo, ma il belga è molto più completo. Lukaku è una punta moderna che collabora con i suoi compagni nella manovra offensiva tramite sponde ed appoggi, aspetto determinante che apprezza molto il nuovo tecnico dell’Inter Antonio Conte. Infatti già in passato l’ex C.T. avrebbe fatto carte false per averlo a disposizione nel suo Chelsea; fu Mourinho a soffiarglielo.