Inter, Luciano Spalletti: “Icardi non ha voluto partecipare a questa trasferta”

Polveriera Inter: Icardi messo alla porta

Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro il Rapid Vienna. Il tema principale è stato Mauro Icardi, ormai ex capitano nerazzurro che ha rifiutato di partecipare alla trasferta a Vienna pur essendo stato regolarmente convocato.

La decisione di togliere la fascia a Icardi è stata difficile, molto dolorosa perché sappiamo quale sia il suo valore ma è stata assolutamente condivisa” ha dichiarato il tecnico nerazzurro. “L’abbiamo presa per il bene dell’Inter. La mancata convocazione? No, è lui che non è voluto venire qui con noi: era convocato ma ha deciso di restare a casa, dopo pranzo ci ha comunicato che non voleva aggregarsi alla squadra. Una presa di posizione, anche questa, che si affronterà nei prossimi giorni. Io so quanto vale, so che è forte, per me la gestione tecnica non cambia. Ora Icardi non ci sarà ma al suo posto ne abbiamo uno come Lautaro altrettanto forte. Lo ha dimostrato e ci aspettiamo tanto da lui”.

Ma lei come ha visto Icardi?
Gli è dispiaciuto, ovviamente, ci è rimasto male ma anche per noi, lo ripeto, è stato difficile prendere questa decisione e andargliela a comunicare. Ma ci sono situazioni da mettere a posto e l’ho detto dopo Parma, quello che è successo lo conferma: ero stato frainteso, non volevo invadere il campo dei direttori, oggi è la dimostrazione che le cose andavano e vanno sistemate. Ma se c’è qualcuno che pensa ad altro che al risultato di domani sera, ha sbagliato posto dove trovarsi. La decisione – ha ribadito e puntualizzato Spalletti – è stata presa al momento opportuno, anche ragionata bene seppur molto sofferta. Le cose che gli girano intorno disturbano lui e la squadra di cui era capitano. Mettono in imbarazzo tutto l’ambiente. Ora però dobbiamo mettere tutte le attenzioni sulla partita col Rapid“.