Inter: Joao Mario demotivato e allontanato da Spalletti, nel futuro del portoghese c’è il Monaco

Si era parlato di infortunio per Joao Mario nella giornata di ieri. Niente di tutto questo. Il motivo per il quale il portoghese ha terminato l’allenamento in anticipo è dovuto ad un approccio soft e demotivato, quantomeno agli occhi di mister Spalletti. L’allenatore dell’Inter ha ritenuto opportuno invitare il giocatore a presentarsi il giorno seguente, possibilmente con qualche motivazione in più. Non è la prima volta che a Joao Mario è rimproverato un atteggiamento naif, in allenamento dall’allenatore o in campo dai tifosi. Il rapporto con il mondo interista non è mai decollato e, come in ogni finestra di mercato, il nome di Joao Mario è nella lista dei possibili partenti da Appiano Gentile.

Il peso del cartellino di Joao Mario con il Monaco di Jardim all’orizzonte

Era l’estate del 2016, quando la Milano nerazzurra accoglieva a San Siro Joao Mario, durante Inter-Palermo. Erano serviti 40 milioni più bonus per convincere lo Sporting Lisbona a cedere il fresco campione d’Europa con la nazionale portoghese. Alla luce di quanto dimostrato nelle due stagioni e mezzo di Inter e nei sei mesi al West Ham, l’investimento può tranquillamente definirsi sbagliato. L’ingaggio del portoghese si aggira attorno ai 2,6 milioni annui e la scadenza del contratto in essere è giugno 2021. Nella quasi totalità delle ultime finestre di mercato, Piero Ausilio si è sempre impegnato a trovare una pretendete per Joao Mario. Tuttavia, l’esigenza di non incappare in una minusvalenza e il pesante ingaggio del numero 15 nerazzurro ne hanno impedito una facile sistemazione. La sessione di mercato alle porte potrebbe essere quella del definivo addio dell’ex Sporting. Infatti l’ammortamento del costo a bilancio di Joao Mario permette una valutazione abbordabile per buona parte delle squadre europee. 16-18 milioni dovrebbero essere il prezzo giusto per il cartellino del portoghese, magari tramite la formula del prestito con obbligo di riscatto che permetterebbe un’ulteriore anno di ammortamento a bilancio. Tra gli estimatori del fantasista portoghese c’è il connazionale Jardim. L’allenatore del Monaco gradirebbe l’arrivo di Joao Mario e il club monegasco sarebbe in grado di garantire buona parte dell’ingaggio al calciatore. Molto dipenderà dalle ultime due giornate di Ligue1, dove il Monaco è impegnato nella lotta per non retrocedere.