Inter, Dzeko vicino e Icardi blocca Lukaku : i dettagli

Inter su Lukaku

Prende forma la nuova Inter targata Antonio Conte, che prospetta una rivoluzione completa per diventare la vera anti Juve. Per ora tiene banco sul mercato la questione legata agli attaccanti, con il reparto da riformare in toto. Fuori Icardi, che nessuno in società vuole più nel progetto tecnico, e dentro Dzeko e Lukaku. Tutto dipende dall’argentino, che in caso di non partenza bloccherà l’arrivo dell’attaccante dello United.

Icardi – Lukaku

Mauro Icardi è la vera mina vagante che potrebbe scombinare i piani di Marotta e Ausilio sul mercato. Senza la partenza dell’argentino, infatti, sarà impossibile provare l’assalto a Jordan Lukaku, attaccante del Manchester United, valutato circa 80 milioni dai reds. All’ex capitano nerazzurro è già stata comunicata la bocciatura congiunta società e allenatore, ma lui vorrebbe rimanere comunque, forte dei due anni rimanenti di contratto. La soluzione potrebbe risiedere nello scambio con la Juventus, dove sul piatto c’è Paulo Dybala come contropartita. Lo scambio sembra, infatti, possibile con Icardi che gradirebbe la destinazione e con l’Inter che accetterebbe di buon occhio il giocatore, anche alla luce della valutazione simile a quella di Maurito.

Affare Dzeko

L’operazione che porterebbe al bosniaco è, a differenza di quella Lukaku, completamente slegata dalla partenza di Icardi. Dzeko ha già trovato un accordo di massima con la dirigenza nerazzurra e ora è concentrato sulla nazionale e sulle successive vacanze, con un occhio all’asse Roma-Milano, dove un accordo arriverà a breve. Marotta e Ausilio stanno infatti lavorando per abbassare il prezzo dell’attaccante, magari inserendo anche qualche contropartita tecnica.

Un attacco stellare

Se l’Inter dovesse riuscire a portare a termine le tre trattative, regalerebbe a Conte un attacco a dir poco stellare: Dzeko, Lukaku e Dybala. Tanti centimetri da sfruttare in altezza, velocità, classe e tanti tanti gol. Conte ci ha visto sicuramente lungo e la sua presenza è l’arma in più di questa società che attrae i migliori giocatori di caratura europea, grazie all’allenatore. Sarà davvero l’Inter la nuova anti Juve? Il mercato ci darà presto una prima, importantissima, risposta.