L’Inter si prepara al triplo impegno

L’Inter in questo momento sta riflettendo sul proprio futuro, sia dal punto di vista societario che da quello di campo. Non esistono riscontri per quanto riguarda la vicenda legata alla società Inter in vendita, posta da Suning. Qualche sviluppo lo si potrà conoscere a breve in riferimento al 30% di Thohir che possiede all’interno del club. Per il resto la dirigenza nerazzurra sta pianificando la stagione che verrà, tenendo conto che quest’anno l’Inter dovrà disputare ben tre competizioni, ovvero campionato, Coppa Italia e Champions League. Si tratta di un qualcosa che ai nerazzurri mancava da diversi anni. Ma finalmente ora i tifosi interisti potranno tornare a sentire anche la musichetta della Champions. Dalla prossima stagione si vedrà il vero valore della rosa dell’Inter. Ma per poter constatare il tutto, sarà meglio pianificare un calciomercato adeguato, basato su profili di alto livello, in grado di far compiere il salto di qualità alla squadra.

I parametri zero

Ormai abbiamo superato la metà di giugno e praticamente una buona fetta di questa sessione estiva di calciomercato. I telefoni sono caldissimi, gli agenti chiamano, i dirigenti rispondono. L’Inter si è portata avanti da parecchio tempo, nel tentativo di anticipare la concorrenza cogliendo le opportunità più ghiotte. Innanzitutto l’arrivo di De Vrij a parametro zero dalla Lazio, che aggiunge qualità ad una difesa già collaudata. Assieme all’olandese, altro innesto a costo zero: Asamoah dalla Juventus, un giocatore che di esperienza europea ne ha fatta ed anche tanta, nel corso delle annate in bianconero. Seppur il ghanese ha glissato nell’ultima intervista, dicendo che prossimamente annuncerà il suo futuro, il suo approdo all’Inter è ormai fatto. Oltre a questi due, si può aggiungere anche Romulo alla lista dei giocatori presi gratis. L’italo-brasiliano arriverebbe a costo zero dal Verona. Sarebbe un colpo per rinforzare la fascia destra, rimasta orfana di Cancelo.

Gli acquisti costosi e le possibili chances di mercato

Oltre a questi praticamente già ingaggiati a parametro zero, l’Inter ha anche chiuso l’affare Lautaro Martinez, giunto a Milano lo scorso maggio, per circa 23 milioni di euro più bonus. In patria, in Argentina, parlano di un colpaccio dell’Inter che avrebbe acquistato un giocatore straordinario. Oltre a Martinez, la dirigenza nerazzurra ora starebbe puntando tutto su Nainggolan della Roma, che riabbraccerebbe Luciano Spalletti dopo una stagione. Con il belga, l’Inter farebbe il salto di qualità a centrocampo contando anche su altri mediani molto forti tecnicamente, come Brozovic e Borja Valero. Inoltre, contatti avviati anche per altri profili interessanti, che il club nerazzurro vorrebbe portare sotto la Madonnina. Uno di questi è Politano del Sassuolo, che arriverebbe all’Inter giusto per crescere e per essere l’uomo in più di questa squadra. Rimane l’incognita Rafinha: molto probabilmente tornerà al Barcellona, anche però non è detta l’ultima parola. Con una squadra simile, l’Inter potrà sicuramente competere su tutti e tre i fronti che si presenteranno nella prossima stagione. Acquisti giusti e mirati per rifare la colonna vertebrale della squadra, con l’ingaggio di leader carismatici in grado di riportare la squadra nerazzurra stabilmente a competere per la vittoria di Serie A, Coppa Italia e Champions League. 

Ora l’Inter dovrà essere brava a gestire anche lo svoltimento della rosa, muovendosi cautamente senza stravolgere troppo l’assetto tattico prestabilito. Ma soprattutto, i nerazzurri dovranno dimostrare di essere un club in grado di tenersi stretti i migliori profili della squadra, quali Icardi, Handanovic, Perisic, Brozovic, lasciando partire eventuali esuberi.