Insigne: “Sarri per noi napoletani è un traditore”

Napoli, Insigne:

Lorenzo Insigne infiamma la piazza quando gli viene chiesto di Maurizio Sarri: “Per noi napoletani la sua scelta della Juventus è stato un tradimento. Ora dobbiamo batterlo sul campo. Faremo di tutto per vincere lo scudetto. E se arriveranno altri campioni come James saranno i benvenuti vogliamo vincere”. Cori e applausi e il capitano aggiunge: “Anche senza la fascia, quando era capitano Marek, ho sempre aiutato i compagni e lo farò sempre. Le parole del presidente le ho interpretate nel modo migliore, come stimolo, per dare il 100% il prossimo anno. Sono ancora giovane ma voglio rimanere a vita al Napoli”.

Sorrisi dal ritiro

Le parole del capitano Insigne non solo hanno scatenato un boato da parte dei tifosi partenopei, ma sanno di sfida lanciata alla Juventus per il prossimo campionato.

Protagonista nell’incontro a Dimaro con i tifosi, Insigne con Manolas e Mertens sono saliti sul palco per rispondere alle domande della gente napoletana. Proprio il capitano azzurro è stato artefice di un simpatico siparietto con il mister Carlo Ancelotti, presente tra il pubblico insieme al ds Giuntoli per rivolgere una domanda al suo numero 24: “Come mai in Nazionale con un modulo diverso giochi meglio?”, dice Carletto sorridendo. Poco prima Insigne aveva ammesso ad un tifoso che glielo aveva chiesto di trovarsi meglio in Nazionale per via del modulo usato da Roberto Mancini. Inizialmente Insigne non ha capito che il “Carlo” che stava facendo la domanda fosse Ancelotti e quando se ne è reso conto è scoppiato a ridere insieme a Mertens. E ha risposto: “È sempre colpa dell’allenatore”. Poi il capitano seriamente: “Ancelotti è un signore, sia con noi calciatori che con lo staff. Ha un carattere stupendo. La verità è che abbiamo trascorso un anno insieme e un difetto non gliel’ho ancora trovato”.

Insomma, clima disteso e propositivo in casa Napoli, tutto il necessario pr l’inizio di una stagione che deve essere importante.