Infortuni Milan: ecco la situazione dell’infermeria rossonera

CAPITOLO INFORTUNI MILAN

Il Milan non sta vivendo certamente un periodo felice dal punto di vista infortuni. Tanti gli assenti in vista della super sfida con la Juventus in programma alle 20.30 di domenica 11 novembre. Infatti non saranno a disposizione di Gennaro Gattuso sicuramente quattro giocatori, da aggiungere ai noti Conti (sulla via del recupero) e Strinic (fermo a causa di problemi al cuore). Non mancano di certo numerosi acciaccati, reduci da una serie di impegni duri e dispendiosi, ma anche coloro che tentano un recupero estremo visto l’importante impegno del Giuseppe Meazza.

Ecco il quadro della situazione sugli infortuni Milan, i sicuri assenti saranno:
Lucas Biglia: il giocatore argentino, costretto all’operazione a causa della lesione della giunzione miotendinea del gemello mediale del polpaccio destro sarà assente per molto tempo. È prevista un’assenza dai campi da gioco di almeno 4 mesi;
Mattia Caldara: è definitivamente un “caso” il suo, perché praticamente non lo abbiamo mai visto indossare la maglia rossonera. Il difensore è fermo a causa di una lesione al tendine d’achille, che va sommata al problema precedente al polpaccio. È previsto il suo rientro all’inizio del prossimo anno;
Mateo Musacchio: è notizia di oggi lo stop di 6-8 settimane per la lesione al legamento crociato posteriore del ginocchio destro;
Giacomo Bonaventura: il centrocampista italiano non è a disposizione a causa di un’infiammazione al ginocchio sinistro, il suo rientro è in programma dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali.

Tra i giocatori del Milan più a rischio vi è invece Hakan Calhanoglu. Quanto detto da Gattuso nel post-partita di Siviglia non è di buon auspicio: c’è apprensione per le condizioni del turco, che ha già dovuto far ricorso a degli antinfiammatori nelle scorse settimane.

I GIOCATORI IN DUBBIO

Tra coloro che dovrebbero stringere i denti e farcela, o per lo meno, si proverà sino all’ultimo a farli salire sul pullman del Milan diretto allo stadio, troviamo:
Davide Calabria: dovrebbe tornare a disposizione di Gattuso per il big match contro la Juventus, dopo aver saltato le tre precedenti gare;
Frank Kessiè: già da diverse settimane sta stringendo i denti per dei problemi fisici che aveva accusato prima del derby. Però vista l’emergenza pare difficile che il suo allenatore possa rinunciarci;
Gonzalo Higuain: è sicuramente il nome più pesante della lista infortuni Milan. Oltre che per pericolosità offensiva, la sua assenza andrebbe ad intaccare uno sviluppo della manovra più fluido ed una certa esperienza e leadership nei match importanti. Senza dimenticare che l’attaccante ha di recente militato per la squadra bianconera e quindi è colmo di rivalsa verso la sua ex-squadra;
Patrick Cutrone: visto la dubbia presenza di Higuain, dovrebbe essere comunque a regolare disposizione del mister anche se soffre di un problema alla caviglia.

LE MOSSE DI MERCATO

Quali i possibili nuovi rinforzi del Milan?
Viste le scarse alternative a disposizione di Gennaro Gattuso, la dirigenza milanista sta vagliando tutte le possibili opportunità per rinforzare la rosa rossonera. Tra gli svincolati, le occasioni potrebbero essere il polivalente ed esperto difensore inglese Glen Johnson o il roccioso difensore ex-Leicester Robert Huth. Tra i possibili candidati per la difesa potrebbe rientrare anche l’ex Lazio Mauricio, giocatore brasiliano di 30 anni. A centrocampo invece una vecchia conoscenza del campionato italiano, Panagiotis Kone o Eugen Polanski, giocatore di esperienza che militava nel campionato tedesco. A Maldini e Leonardo, l’arduo compito di trovare il profilo giusto per rinforzare la rosa rossonera nell’immediato.