Incontro tra Maldini e Riso a Casa Milan: le trattative

L’OMBELICO DEL CALCIOMERCATO

La città di Milano si sta mano a mano svuotando di tutti i cittadini che partono per le vacanze, ciò nonostante l’atmosfera si sta scaldando, sia dal punto di vista metereologico, sia dal punto di vista del nostro amato calciomercato. Vari grandi alberghi, come il Bulgari Hotel, il ME di Piazza della Repubblica e Palazzo Parigi (centro di controllo bianconero), hanno già ospitato incontri e trattative e continueranno a farlo per tutta l’estate. Anche la Sede dell’Inter, situata in Corso Vittorio Emanuele II per l’ultima settimana, è centro di discorsi tra il d.s Ausilio e i vari procuratori. Una squadra che sta passando in sordina, e non sta infiammando il calciomercato come i passati anni, è certamente il Milan. A Casa Milan, infatti, si stanno tenendo poche trattative e non si è ancora delineata una guida tecnica definitiva, sebbene Giampaolo sia molto vicino.

I PRIMI MOVIMENTI

Nella giornata di ieri sono avvenuti i primi movimenti stagionali in via Aldo Rossi: le trattative stanno cominciando a diramarsi con il procuratore Beppe Riso. In un incontro durato circa un’ora, il procuratore proprietario della GR Sports ha parlato con Maldini circa alcuni obiettivi rossoneri di mercato: i suoi assistiti Stefano Sensi e Gianluca Mancini, entrambi giovani ed entrambi italiani, perfetti quindi per il nuovo progetto di rifondazione, che partirà proprio dai giovani della nazionale italiana. A fine incontro, l’agente è stato intervistato da SKY Sport, ma non ha rilasciato alcuna dichiarazione se non brevi e coincise risposte in cui ha negato ogni trattativa, come suo solito fare.

STEFANO SENSI, GRINTA E CARATTERE

Stefano Sensi è un mediano originario della Riviera romagnola, nato ad Urbino. Ha vissuto per svariati anni a Cesena, prima di trasferirsi in prestito biennale al San Marino Calcio, e approdare quindi al Sassuolo nel 2016. Basso e brevilineo, è un ottimo mediano di rottura e di reimpostazione della manovra. In maglia neroverde ha giocato 68 partite condite da 5 gol e ottime prestazioni, principalmente nella fase difensiva. Il suo grande carattere gli ha permesso di essere convocato varie volte con la Nazionale maggiore: in maglia azzurra il centrocampista ha disputato 2 gare ufficiali mettendo a segno anche una rete

GIANLUCA MANCINI, CENTRALE COL VIZIO DEL GOL

Nato a Pontedera nel 1996 Gianluca Mancini è un difensore centrale molto abile nelle coperture e dal grande vizio del gol, dati i 190 cm di altezza e la buona elevazione, che gli consentono di svettare su tutti in area e di colpire di testa. Ha militato per circa 10 anni nella primavera della Fiorentina, dove si è messo in luce. È poi passato per Perugia ed è stato notato dagli osservatori dell’Atalanta che non hanno esitato un minuto a portarlo a Bergamo. In neroblu ha giocato 40 presenze mettendo a segno ben 6 reti.