In Olanda esordio per Maxim Gullit: il figlio di Ruud e della nipote di Cruijff debutta con l’AZ

Definire Maxim Gullit con l’epiteto di figlio d’arte non basta. Il diciassettenne difensore centrale dell’under 19 dell’AZ Alkmaar ha compiuto ieri il suo esordio in Eerste Divisie, la seconda divisione olandese, con la maglia della squadra B dell’AZ. Il debutto di Maxim Gullit ha attirato l’attenzione della stampa non solo in quanto figlio del pallone d’oro 1987 Ruud Gullit. Infatti, la madre è nipote di un certo Johan Cruijff che ha vinto per tre volte il riconoscimento di miglior giocatore assegnato da France Football. Maxim raccoglie l’eredità calcistica del padre Ruud Gullit e del compianto prozio Johan Cruijff, tra le pressioni derivanti dalle aspettative e la fortuna di una genetica votata al mondo del pallone.

Il debutto di Maxim Gullit

Maxim Gullit nasce il 20 maggio 2001 e inizia la sua carriera da calciatore nelle giovanili dell’AZ Alkmaar. A differenza del padre e dello zio, Maxim ricopre il ruolo di difensore centrale. Nella giornata di ieri, Ruud Gullit ha potuto apprezzare l’esordio del figlio tra i professionisti. Al minuto 71, Maxim è stato mandato in campo dal tecnico della squadra B dell’AZ Alkmaar, nella sfida contro la capolista Twente. Il giovane Gullit ha contribuito a fissare il risultato sullo 0-0, con parecchi interventi degni di nota per un ragazzo della sua età. Nel mondo del calcio, la genetica non ha sempre garantito rendimenti sullo stesso livello tra padri e figli, tuttavia il caso di Maxim Gullit è un unicum che vale la pena tenere sott’occhio.