Il Var è stato deleggittimato, altri errori gravi

Una delle novità negative è la deleggittimazione del Var, uno strumento già caduto in disuso nella scorsa stagione

Il Var è stato forse una delle migliori invenzioni del mondo calcistico, uno strumento arrivato dopo anni e anni di post partita scanditi da polemiche feroci. La VAR è stata introdotta nello scorso campionato, una introduzione che sarebbe dovuta servire a limitare gli errori aribtrali, ma così non è stato. La favola è durata poco, infatti in alcune competizioni importanti non è ancora stata introdotta per volere di alcuni club.

L’INIZIO: L’inizio è stato promettente, nelle prime giornate dello scorso campionato sono stati evitati errori abbastanza gravi. Le proteste in campo e le polemiche fuori dal campo erano state diminuite, se non eliminate del tutto. Lo strumento funzionava bene, se non alcuni soggetti che continuavano a lamentarsi perché si impiegava troppo tempo.

LA DELEGGITTIMAZIONE: Dalle lamentele alla deleggittimazione il passo è breve: in Italia si è passati dalle lamentele sul troppo tempo all’inizio della sua distruzione. Era bello quando nel nostro calcio le cose funzionavano bene ma si sa, a noi italiani piace vivere nelle polemiche più feroci. Siamo bravi nel lamentarci del mancato funzionamento delle cose nel nostro paese, per una volta che c’è qualcosa che funziona dobbiamo distruggerlo.

IL CONTINUO: la speranza era che con l’inizio del campionato le cose sarebbero tornate tutte alla normalità, invece non è così. L’inizio della nuova stagione ha messo in mostra il continuo declino in cui versa questo strumento.