Il profilo giusto, Mondiali – Cristian Gamboa

Come sempre i Mondiali di calcio sono terra di conquista per osservatori, direttori sportivi e semplici appassionati di calcio che vogliono scoprire giocatori semi-sconosciuti.

Nella Costa Rica che saluta il Mondiale con un turno d’anticipo non sono passate inosservate le prestazioni di Cristian Gamboa, terzino di corsa e sacrificio che non ha fatto toccare palla a Neymar. Scopriamo qualcosa in più su di lui.

CHI È

Cristian Gamboa inizia a muovere i primi passi in patria, nel Liberia, ma già a 21 anni approda in Europa nei norvegesi del Fredrikstad. Dopo una sola stagione fa il grande salto in una squadra storica come il Copenaghen, ma in Danimarca trova poco spazio e perciò viene girato in prestito al Rosenborg, che nel 2012 lo riscatta per soli 400 mila euro. Qui si mette in mostra fino ad attirare l’interesse del West Bromwich Albion, in Premier League, che lo acquista per 2,4 milioni. In Inghilterra trascorre due stagioni prima di essere ceduto alla metà del prezzo al Celtic, dove attualmente milita.

Terzino di spinta, ma anche di grande applicazione difensiva, si contraddistingue per una grande applicazione che mette in campo ogni partita. Tecnicamente non eccelso, sa invece farsi valere sul piano della corsa e dell’intensità.

A CHI FAREBBE COMODO

Gamboa è valutato attualmente 1,25 milioni di euro (fonte Transfermarkt), cifra accessibile a qualsiasi club di Serie A. Secondo noi può fare un’ottima figura in un club di medio-bassa classifica del nostro campionato. A 28 anni ha la giusta esperienza per confrontarsi per la seconda volta con un campionato di ottimo livello dopo la parentesi di due anni in Premier League. Qualche squadra a cui potrebbe servire? Senza dubbio società come Chievo, Bologna o una qualsiasi delle tre neopromosse.