Il Galatasaray ha scelto Nzonzi; per Joao Mario si muove il Siviglia di Monchi

Il calciomercato non si ferma mai ed è in continua evoluzione. Ieri avevamo parlato dell’interessamento del Galatasaray per Joao Mario, oggi il club turco ha chiuso per Steven Nzonzi. Dopo un rapido sondaggio tra i centrocampisti ritenuti esuberi del nostro calcio, il Galatasaray ha preferito affondare il colpo per il francese campione del mondo. Operazione conclusa sulla base di un prestito annuale gratuito, con opzione per il secondo anno e l’ingaggio da 3,1 milioni sarà interamente corrisposto dal Galatasaray. L’unico aspetto ancora da definire è l’eventuale cifra del riscatto, dal momento che Nzonzi ha ancora tre anni di contratto con la Roma. Decade, quindi, la pista turca per Joao Mario, sempre in uscita dall’Inter. Stando a quanto riporta FcInterNews.it, nella serata di ieri ci sarebbero stati dei contatti tra il ds del Siviglia Monchi e l’entourage del portoghese. La situazione è in continua evoluzione, con club spagnoli e tedeschi alla finestra per Joao Mario.

Non solo Siviglia su Joao Mario; Villarreal, Leverkusen e Lipsia alla finestra

Con l’acquisto di Nzonzi, il Galatasaray si tira fuori dalla corsa per Joao Mario. In realtà, per il portoghese è in atto un’asta al ribasso, dal momento che l’Inter lo ritiene chiaramente un esubero. Tuttavia, i club alla finestra per l’ex Sporting ci sono. L’ultimo in ordine di tempo è il Siviglia. Il ds degli andalusi, Monchi, sarebbe disposto a formulare un’offerta di prestito con diritto di riscatto. Le cifre ipotizzate sono di 2-4 milioni per il prestito e di 16-18 milioni per il riscatto, con stipendio a carico del Siviglia. A differenza del Villarreal, altro club spagnolo interessato a Joao Mario, gli andalusi potrebbero garantire i 3 milioni annui di ingaggio. Sullo sfondo rimane il Monaco, che ha appena ufficializzato Ben Yedder (proprio dal Siviglia) ma non ha ancora preso il centrocampista chiesto da Jardim. Bayer Leverkusen e Lipsia hanno mosso qualche passo in direzione Joao Mario ma, al momento, preferiscono osservare da lontano.