Il caos intorno al Napoli, De Laurentiis contro tutti

Quello intorno al Napoli è un vero e proprio caos, la situazione all’ombra del Vesuvio è pronta ad esplodere

Il Napoli non ha vicino una situazione mediatica molto tranquilla, ma sembra come una bomba pronta ad esplodere. Intorno al club azzurro c’è un grande caos che vede al centro Aurelio De Laurentiis. Il padron degli azzurri è coinvolto in una guerra mediatica contro il Comune napoletano e contro la tifoseria azzurra.

LA TIFOSERIA AZZURRA: I rapporti tra i tifosi e De Laurentiis non sono mai stati idilliaci. Una parte della tifoseria gli contesta i mancati arrivi di gicatori forti per rinforzare la rosa, soprattutto le uscite poco felici nei confronti di giocatori e allenatori amati dalla tifoseria azzurra. Gli ultimi due scontri riguardano l’addio burrascoso con Sarri, con la tifoseria partenopea che non ha gradito lo scaricamento dell’allenatore toscano e i mancati acquisti. L’arrivo di Ancelotti aveva lasciato immaginare ad una campagna acquisti importante, ma così non è stato.

IL COMUNE: Lo scontro più importante è con il Comune partenopeo. La guerra mediatica tra De Laurentiis e De Magistris risale a diversi anni fa, quando il proprietario del club aveva denunciato le condizioni in cui riversava lo stadio partenopeo. Una querele che non è finita, negli ultimi mesi ci sono stati altri sviluppi. Il Comune ha deciso di revocare l’affitto al napoli che di fatto si trovato sfrattato da quello che è il suo stadio storico. Il club azzurro ha anche minacciato di giocare le sue partite in trasferta, non ultima la possibilità di giocare la Champions League al San Nicola di Bari