Ibrahimovic: “Io una Ferrari tra le Fiat”

Zlatan Ibrahimovic non smette di ‘stupire’ dentro e fuori dal campo. Non cambia con le sue acrobazie e nemmeno con le parole, non esattamente orientate al basso profilo. L’ultima uscita dello svedese è ai microfoni di ESPN, parlando della sua avventura nella MLS, il massimo campionato calcistico statunitense: “Io qui sono come una Ferrari in mezzo alle Fiat” , ha detto il 37enne, in forza ai Los Angeles Galaxy.

A Ibra sta evidentemente stretto il terzo posto della squadra nella Western Conference: ”Il campionato americano non è al livello di quello europeo. Bisogna essere onesti. Prima giocavo con giocatori al mio livello, o quasi. E ho vissuto una cosa simile con la Svezia. Non accetto che non mi arrivi la palla o che mi arrivi troppo tardi. I compagni devono essere al mio livello. Le partite qui potrebbero essere più veloci, più tattiche, con maggiore ritmo”.

Interviste bizzarre

Sempre noto per le sue uscite pubbliche stravaganti,Ibra è stato “incastrato” da una divertente intervista. Avendo pubblicato un top 11 dove si schierava in ogni ruolo, ha dato luce al “paradosso di Zlatan”. Questa la domanda fatta dal giornalista: “Poniamo che in allenamento venga assegnato un rigore, e che Zlatan si ritrovi a calciarlo contro Zlatan… cosa succederebbe?”.

Ibra viene preso in contropiede, ci pensa un attimo e poi d’istinto risponde “Zlatan segna”. “O magari Zlatan para”, aggiunge poi, intrappolato nel dilemma ma comunque divertito dalla domanda.

E in tema di risposte brillanti, fa sorridere anche quella data da Ibrahimovic intervistato sul tema dell’Area 51. Tema recentemente venuto alla ribalta sui social per un ipotetico evento, in cui migliaia di curiosi vorrebbero invadere la zona più misteriosa del mondo. “Cosa c’è nell’Area 51?”, chiedono dunque a Ibrahimovic, noto per avere una risposta per qualsiasi domanda. Lui, in stile Ibra, se la cava con un dribbling: “Di certo non un altro Zlatan. Ho la mia Area 51 personale”.