Hazard-Real Madrid, è fatta: l’ufficialità dopo la finale di Baku

Saluti e baci che sanno di addio, quelli di Eden Hazard al termine dell’ultima partita del Chelsea contro il Leicester. In molti hanno pensato ad un commiato da parte del belga e ad avvalorare questa ipotesi ci ha pensato proprio Hazard: “Ho preso una decisione sul mio futuro da un paio di settimane, ma non dipende solo da me”. Il Real Madrid ha da tempo messo gli occhi sull’ex Lille e Perez è disposto a convincere il Chelsea con una cifra vicina a 100 milioni. “Abbiamo una finale da giocare, poi si vedrà” ha concluso il 10 dei Blues. Tutto lascia presagire che quella di Baku sarà l’ultima apparizione di Hazard con la maglia del Chelsea.

100 milioni per Hazard, tra Revolución Blanca e il mercato bloccato del Chelsea

La settima stagione al Chelsea sarà, con ogni probabilità, l’ultima per Eden Hazard. “Spero che resti con noi, ma al momento non so” ha confessato il tecnico Maurizio Sarri, vicinissimo alla riconferma per la prossimo anno. A dirla tutta, i presupposti per la partenza di Hazard nascono la scorsa estate, quando con il suo Belgio ha incantato il mondo intero e in particolare Florentino Perez. Il numero uno del Real Madrid si è visto respingere qualsiasi offerta da parte del Chelsea. L’interesse delle Merengues non ha lasciato indifferente il classe 1991 di La Louvièr. Infatti, Eden avrebbe assecondato volentieri la corte del Real Madrid, ma la ferma volontà dei Blues ha prevalso e si è raggiunto una sorta di compromesso tra club e giocatore. Hazard avrebbe disputato la sua ultima stagione a Stamford Bridge, per poi ricevere il via libera nell’estate 2019. Abramovich è stato di parola, nonostante la Uefa abbia bloccato il mercato in entrata del Chelsea. Alla luce di ciò, appare scontato che quella di Hazard sarà l’unica partenza in casa Blues. Il lascito del belga sarà raccolto da Callum Hudson-Odoi, esterno offensivo classe 2000 che ha già dato dimostrazione delle sue illimitate potenzialità, e Christian Pulisic. In casa Real, Eden Hazard è designato a raccogliere l’eredità di Cristiano Ronaldo, 12 mesi dopo l’addio del portoghese. Ma c’è da scommettere che non sarà l’unico colpo di Florentino Perez, in un mercato che si annuncia scoppiettante per Zidane. Infatti, dalle parti del Bernabeu, si respira aria di Revolución Blanca.