Giappone-Senegal 2-2, pagelle del match: male i portieri, Honda e Manè due pilastri

Mondiali 2018: Giappone-Senegal 2-2, pagelle

Nello scontro in vetta tra le prime due del Gruppo H, regna un giusto pareggio. La gara tra Giappone e Senegal termina con il risultato di 2-2, un punteggio che non varia la classifica del girone. Honda e Manè sono stati gli uomini decisivi, i due portiere sbagliano, e sbagliano tanto. Ecco le pagelle complete del match.

GIAPPONE

KAWASHIMA 5,5: Sulla rete di Waguè non può nulla, ma ad inizio partita sbaglia completamente la respinta sul primo goal di Manè. Sicuramente non eccezionale.

H.SAKAI 5,5: Spinge poco, forse per dare sostanza alla difesa. Beh, neanche quello. Copre poco e lo fa non benissimo. Si può fare di meglio.

YOSHIDA 5,5: Da uno di esperienza come lui ci si aspetta di più, sicuramente. E’ lui a perdersi l’uomo sul vantaggio targato Senegal.

SHOJI 6: Lui ce la mette tutta a tenere il reparto difensivo, e ci riesce. Prestazione sufficiente.

NAGATOMO 6,5: La qualità dell’ex Inter viene fuori in questa gara. Copre bene e si propone tanto, fornendo la palla per il pareggio della propria squadra.

HASEBE 5,5: Dalla mediana non era semplice neutralizzare lo strapotere fisico degli africani, e lui lo ha dimostrato.

SHIBASAKI 5,5: Stesso discorso per Hasebe, non è stata una giornata positiva per il centrocampo nipponico.

HARAGUCHI 5: Sfortunatamente è lui a creare il vantaggio del Senegal, e non riesce a riprendersi. (Dal 75′ Okazaki 6)

KAGAWA 6: Era partito alla grande con la Colombia, ma oggi ha deluso le aspettative. Ci si aspetta di più da lui. (Dal 73′ Honda 7: Entra lui e il Giappone si sveglia. Trova anche il raddoppio da vero opportunista.)

INUI 7: Gioca molto bene e realizza uno splendido goal tenendo viva la gara. (Dall’87’ Usami sv.)

OSAKO 6,5: Regge l’attacco, si propone spesso e lo fa alla grande. Ha tante occasioni ma forse spreca troppo.

SENEGAL

N’DIAYE 5,5: Si, sulla splendida rete di Inui non può farci nulla, ma l’uscita su Honda è da rivedere. Male.

WAGUE’ 6,5: Gioca molto bene difensivamente, tiene alla grande e trova addirittura la rete del 2-1.

KOULIBALY 6,5: Oramai è inutile dirlo, dove gioca gioca è come se ci fosse un muro. Molto bene.

S.SANE’ 6: Non è facile giocare bene vicino a due come Waguè e Koulibaly, infatti lo fa vedere.

SABALY 7: Spinge tanto sulla fascia e si propone spesso. E’ lui a fornire il pallone per il vantaggio di Manè.

P.A.N’DIAYE 6: A centrocampo fa il minimo indispensabile, non dà il massimo. Comunque sufficiente. (Dall’82’ Ndoye sv.)

GUEYE 6: Bene quando si deve impostare, ma decisamente meglio da incontrista. (Dal 65′ Kouyate 6)

A.N’DIAYE 6: Certo, non fa il fenomeno ma opta per il gioco semplice. Sbaglia poco e fa il giusto.

SARR 5,5: Corre, e corre tanto. Ma sembra che lo faccia quasi a vuoto. Può e deve fare di più.

NIANG 6: Non è decisivo come contro la Colombia ed è anche sfortunato ad accusare un problema fisico vicino allo scadere. (Dall’85’ Diouf sv)

MANE’ 7: Casualmente è sempre lui il più decisivo di tutti. Trova la rete, è complice nel raddoppio di Waguè. Inutile aggiungere altro.