Giappone-Senegal 2-2: analisi del match. Africani rimontati due volte!

GIAPPONE-SENEGAL 2-2

Termina in parità la sfida tra le due sorprese del girone H dei Mondiali. Il Senegal passa in vantaggio due volte ma si fa rimontare in entrambi i casi dal Giappone. Le due squadre salgono così a quota 4 punti a una giornata dal termine.

PRIMO TEMPO

Inizia meglio il match il Senegal di Aliou Cissé che si rende pericoloso con Sabaly e al 12′ passa addirittura in vantaggio grazie ad un fortunoso tap-in di Mané dopo una parata rivedibile di Kawashima. Il Giappone prova a reagire con Hasebe ma il suo tiro viene murato da Sanè. Dall’altra parte Ismaila in girata e Ndiaye di testa vanno a caccia del raddoppio senza fortuna. Al 34′ pareggia il Giappone: Inui riceve palla in area da Nagatomo e scaglia un destro a giro sul secondo palo. L’ultima occasione del primo capita a Niang che però calcia addosso a Kawashima.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con le stesse emozioni del primo tempo. Osako di testa manda la palla troppo centrale, Niang invece è ancora impreciso calciando ampiamente sul fondo prima e troppo debolmente poi. Il Giappone alza i ritmi e colpisce una traversa clamorosa con lo scatenato Inui. Al 71′ però torna in vantaggio il Senegal al termine di una splendida giocata corale: Sabaly scambia con Mané, palla al centro e Wague la mette in rete dopo un colpo di tacco di Niang. Il Giappone tuttavia non ci sta e al 78′ è la vecchia conoscenza del Milan Honda a trovare il pareggio su un’uscita sbagliata di Ndiaye.