Fiorentina-Inter: Muriel vs Lautaro, sfida in salsa sudamericana al Franchi

Fiorentina-Inter sarà una gara ricca di duelli, primo fra tutti quello dei bomber sudamericano. Lautaro-Muriel, chi avrà la meglio?

Il duello del giorno

Questa sera al Franchi gara tra due squadra che si giocano tantissimo. Fiorentina che con una vittoria aggancerebbe il treno Europa League con Atalanta, Torino e Lazio mentre l’Inter deve ricacciare indietro Milan e Roma che negli anticipi si sono avvicinate pericolosamente. Certamente serviranno i gol dei due attaccanti principali. Due giocatori che le due squadre fino a due mesi fa non consideravano nemmeno, ma che adesso rappresentano la risorsa principale in questo rush finale di Serie A.

Muriel, a caccia dell’ennesima rinascita

In questo momento la Fiorentina ripone le proprie speranze europee, oltre che su Chiesa, anche su Luis Muriel. L’attaccante colombiano ex Siviglia è arrivato in Italia a gennaio dopo una lunga telenovela tra i viola ed il Milan. Appena approdato a Firenze ha subito fatto vedere le enormi qualità di cui è capace, anche se nell’ultimo periodo sembra essersi un po’ appannato. Pioli spera nelle giocate dell’attaccante colombiano, spesso paragonato a Ronaldo “Il fenomeno” e troppo spesso caduto in problemi fisici che hanno ridimensionato il talento cristallino che possiede. Adesso la Fiorentina ha bisogno di lui, e lui ha bisogno della Fiorentina, squadra in cui potrà, forse, rinascere per l’ennesima volta.

El Toro nerazzurro per far dimenticare Icardi

Per Lautaro Martinez questo è il momento di cogliere l’attimo. L’Inter non è più sicura del posto in Champions, con Milan e Roma che si stanno avvicinando pericolosamente. Con un Icardi sempre più separato in casa, tocca al Toro argentino prendere in mano l’attacco dell’Inter e portarla nelle posizioni che contano. Il futuro di Maurito sembra ormai lontano dal capoluogo lombardo e i nerazzurri si guardano intorno per trovare il degno erede. Ma il nuovo attaccante potrebbe essere già in casa, se Lautaro dovesse trascinare a suon di gol la Beneamata in questo finale di stagione. Tutto è nelle mani, o meglio, nei piedi dell’ex Racing.