Fiorentina 1-0 Benevento, decide Vitor Hugo. Gli ultimi saluti ad Astori della curva viola

All’Artemio Franchi di Firenze va in scena Fiorentina-Benevento, valida per la 28° giornata di Serie A. Ebbene, oggi a nessuno importa nulla di formazioni, tattiche, statistiche e ruoli. Oggi si pensa solo a dare l’ultimo saluto a Davide Astori, deceduto la settimana scorsa. Ognuno come può, lasciando magliette, sciarpe, fiori, o aiutando a realizzare la coreografia con la scritta “DAVIDE” colorata di viola e bianco. È stato ricordato più e più volte Davide, sia nei minuti precedenti al match, sia al 13′ del primo tempo, quando l’arbitro ha fermato il gioco per lasciare spazio alla memoria del capitano viola. Non ci sono parole per descrivere la commozione, il ricordo, l’amarezza quasi straziante dipinta sui volti dei giocatori e dei tifosi, che hanno riempito giustamente lo stadio per salutare la loro bandiera. Prima dell’inizio della partita sono stati lanciati in aria dei palloncini viola e bianchi, verso il cielo, quasi a voler dire:”tieni Davide, questi sono per te, abbracciali da lassù. Sono un po’ il ricordo che avrai di noi, perché noi il ricordo di te lo avremo sempre nei nostri cuori”. Per la cronaca, la Fiorentina ha vinto il match per 1-0 grazie alla rete di Vitor Hugo, sostituto proprio di Astori, di testa su calcio d’angolo, saltato altissimo sopra tutta la difesa del Benevento. Salta altissimo Vitor, come se a tirarlo su verso il cielo ci fosse stato qualcuno, come se a tirarlo su verso il cielo fosse stato proprio Davide, quasi a infondergli il carisma che ha sempre avuto, sia in campo che fuori.