Finale playoff serie B, Palermo-Frosinone: probabili formazioni, curiosità, precedenti e dichiarazioni!

Domani alle 20,45 al Renzo Barbera andrà in scena la finale di andata playoff di Serie B tra Palermo e Frosinone. La partita decisiva però sarà disputata sabato in terra ciociara.

CURIOSITÀ 

Come da pronostico a giocarsi l’accesso alla Serie A sono la terza e la quarta classificata. Il Palermo arriva dalla vittoria casalinga contro il Venezia che ha consentito ai rossoneri di ottenere il pass alla finale dopo il pareggio dell’andata. Al Frosinone invece è bastato un doppio pareggio contro il Cittadella ed in virtù del miglior piazzamento sono volati in finale.

PRECEDENTI

In campionato al Barbera il match del 10 marzo terminò per 1-0 a favore dei rosanero. Decisiva la rete ad inizio ripresa di Gnahoré che costò al Frosinone la vetta. Mentre al Matusa il match dell’andata finì a reti bianche. 

PROBABILI FORMAZIONI

Notizie importanti arrivano dall’attacco. Per i rosanero tornerà Nestorowski mentre per i gialloblù sarà assente Ciofani.

Palermo (4-3-1-2): Pomini; Rispoli, Struna, Rajkovic, Aleesami; Fiordilino, Jajalo, Murawski; Coronado; Nestorovski, La Gumina. Allenatore: Stellone.

Frosinone (3-5-2): Vigorito; M.Ciofani, Terranova, Krajnc; Matarese, Chibsah, Gori, Soddimo, Crivello; Dionisi, Ciano. Allenatore: Longo.

DICHIARAZIONI

Roberto Stellone (allenatore Palermo): “Giocare contro il Frosinone sarà emozionante visti i tanti anni importanti trascorsi in questa piazza. Quando arrivai io costruimmo qualcosa di grandioso, moltissimi ragazzi provenienti dal settori giovanile adesso fanno parte della prima squadra in maniera stabile. Al fischio d’inizio metterò da parte ogni emozione e penserò unicamente al Palermo e ai suoi tifosi. La gara di domani sarà importante ma non fondamentale ragionando nei 180 minuti, ma di certo oseremo qualcosa in più.

Nella formazioni di domani certamente ci sarà qualche novità rispetto alla gara contro il Venezia ma nel test fisico che faremo oggi di certo capirò di più, voglio mandare in campo solo i giocatori che hanno recuperato al 100% dalla partita col Venezia. Affronteremo una squadra molto forte e mentalmente ripresa rispetto alla batosta dell’ultimo minuto contro il Foggia. Sono sicuro che loro non penseranno al fatto di avere 2 risultati su 3 utili contro di noi e attaccheranno fin dall’inizio.

L’importante è mantenere equilibrio come nella semifinale e stare attenti alle ripartenze degli avversari. Il Palermo quest’anno non ha mai perso contro il Frosinone ma questo non importante perchè ogni partita ha una storia a se. Sia gli episodi che i duelli in mezzo al campo saranno determinanti per portare a casa la vittoria e anche la forma fisica di chi scenderà in campo. Il Palermo è una squadra che può adottare diversi moduli grazie alla sua rosa e all’intelligenza tattica dei giocatori, oggi riceverò le notizie di cui ho bisogno.

Struna e Nestorovski sono due giocatori importanti come lo sono i loro compagni, vedrò se schierarli in campo. Quando giochi ogni 3 giorni secondo me è meglio cambiare diversi giocatori e farli ruotare in modo tale da stressarli fisicamente, questa squadra ha i numeri giusti per far ruotare al meglio gli interpreti. Posso assicurare che non c’è nessun caso Nestorovski, ho letto in settimana qualcosa ma è davvero assurdo, tutti i giocatori compreso il macedone mi hanno dato disponibilità per giocare e ho sempre un dialogo con loro. Nestorovski come Jajalo e Coronado è stato reduce da un’infortunio pesante ed è normale che non abbia giocato, chi ha giocato al loro posto ha risposto in maniera positiva. L’unico obiettivo è andare in Serie A e se Nestorovski potrà dare il suo aiuto ben venga.

Nel corso della mia carriera è la prima volta che subentro a stagione in corso, ma qui a Palermo grazie ai giocatori mi sono ambientato subito e ci siamo trovati benissimo. Tutta la squadra gira nel modo giusto al momento e fa esattamente quello che gli viene detto nel corso della settimana. Chochev non è al massimo della condizione fisica e quindi non voglio rischiarlo, vedrò se potrà venire in panchina. Anche Bellusci ha qualche problemino, ha una caviglia un pò malconcia e quindi valuterò se impiegare qualche altro giocatore. La scelta del doppio trequartista è volta a dare maggiore velocità al gioco offensivo e supportare La Gumina”.