F1, GP Silverstone: Hamilton trionfa in casa, rabbia Verstappen su Vettel

F1, L'incidente costato a Verstappen il podio del GP di Silverstone.
F1, L'incidente costato a Verstappen il podio del GP di Silverstone.

F1, il GP di Silverstone: la lotta per la vittoria

Hamilton vince il GP di Silverstone. Un risultato quasi scontato per il britannico, che ci teneva a vincere il Gran Premio di casa arrivando a -11 vittorie da Michael Schumacher. Un trionfo meritato e abbastanza fortunato, perchè se questa gara ha regalato spettacolo per la lotta al podio, poteva darne ancora di più per quella al 1° posto. Un Valteri Bottas che nei primi giri è riuscito a difendere la pole position dagli attacchi feroci di Hamilton, salvo poi venire fregato quando il pilota inglese approfitta della Safety Car per effettuare il pit stop e prendersi la posizione. Una battaglia che è durata poco più di 20 giri, per il resto è stata solita passerella per il leader del mondiale.

F1, il GP di Silverstone: la bagarre per il podio

Tutt’altro che passerella invece è stata la lotta al podio che ha visto in bagarre Leclerc, Verstappen, Vettel e Gasly. I due “bad boy” se le sono date di santa ragione come in Austria, ma alla fine la beffa è arrivata per l’olandese. Non da subito però. Dopo un duello incredibile tra i due, la Safety Car dà un vantaggio al pilota della Red Bull e a Sebastian Vettel, che facendo il pit stop guadagna la 3° posizione. Gasly si ritrova invece in 4° posizione mentre Verstappen e Leclerc continuano il loro duello personale a suon di ruotate. Alla fine l’olandese riesce a prendere la posizione sul suo compagno di squadra, allungando un po’ sul monegasco (che in seguito passerà anche lui Gasly) e puntando dritto su Sebastian Vettel. Qui arriva l’episodio che deciderà il GP. Verstappen tenta il sorpasso sul tedesco, completandolo. Ma il pilota Ferrari non ci sta e cerca di riprendersi la posizione, andando però a tamponare l’olandese. Ne approfittano Leclerc e Gasly, che si prenderanno 3° e 4° posizione, ma soprattutto ne approfitta Valteri Bottas, che in una giornata sfortunata trova un pizzico di buona sorte che gli consente di costruirsi il gap giusto per effettuare un pit stop che gli consenta di tenersi la 2° posizione. Verstappen chiude 5°, Vettel 17° e con 10 secondi di penalità. Un epilogo forse un po’ amaro di uno dei Gran Premi più belli della stagione.

F1, il GP di Silverstone: l’ordine di arrivo

  1. Lewis Hamilton (MER)
  2. Valteri Bottas (MER)
  3. Charles Leclerc (FER)
  4. Pierre Gasly (RED)
  5. Max Verstappen (RED)
  6. Carlos Sainz (MCL)
  7. Daniel Ricciardo (REN)
  8. Kimi Raikkonen (ALF)
  9. Daniil Kvyat (TOR)
  10. Alexander Albon (TOR)