Europa League: non solo Napoli-Arsenal, presentazione del ritorno dei quarti di finale

Domani, alle ore 21:00, andranno in scena le gare di ritorno dei quarti di Europa League. Napoli-Arsenal sarà il match con il maggior grado di attrattiva, ma la serata di Europa League offre altre tre sfide ricche di emozioni. A partire da Stamford Bridge, dove i padroni di casa del Chelsea ospiteranno la sorpresa Slavia Praga. Lo 0-1 della settimana scorsa non può lasciare tranquilli i ragazzi di Sarri, così come il Benfica, vincitore per 4-2 nella sfida del Da Luz, non potrà concedersi troppi rilassamenti contro l’Eintracht Francoforte. I tedeschi hanno le potenzialità per ribaltare il risultato dell’andata, mentre è chiamato all’impresa il Villarreal, sconfitto in casa per 1-3 dal Valencia.

Napoli-Arsenal

La stagione del Napoli potrebbe terminare domani sera, in caso di mancata rimonta contro i Gunners di Emery. Il 2-0 subito all’Emirates è un pesante fardello sulla coscienza di Ancelotti e dei suoi ragazzi che, davanti al pubblico di casa, devono assolutamente riscattarsi. L’Arsenal ha spesso palesato difficoltà lontano da Londra, sia in Europa League, sia in Premier. Nei due turni eliminatori precedenti, ha sempre perso la sfida in trasferta, salvo poi ribaltare il risultato tra le mura amiche. Bate Borisov e Stade Rennais sono state in grado di battere i Gunners rispettivamente per 1-0 e 3-1, il Napoli dovrà fare ancora meglio per raggiungere la semifinale, ma la qualità degli uomini di Ancelotti e la carica del San Paolo rendono la rimonta possibile. Superfluo sottolineare come sarà decisivo l’apporto del reparto offensivo, con Milik, Mertens e Insigne chiamati ad ispirare l’attacco del Napoli, che deve realizzare tre reti per sperare nella qualificazione. Al contempo, la squadra di Ancelotti non dovrà prestare il fianco alle veloci ripartenze dell’Arsenal. È quindi facile intuire come al Napoli serva tutta l’atmosfera delle notti magiche del San Paolo per compiere un’impresa memorabile.

Chelsea-Slavia Praga

Una delle grandi pretendenti alla vittoria finale è sicuramente il Chelsea di Maurizio Sarri. Il periodo nero a cavallo dei mesi di febbraio e marzo sembra oramai alle spalle e, in questo stato di forma, i Blues hanno tutte le carte in regola per trionfare in Europa League. A Praga, è bastato un gol nel finale del solito Marcos Alonso ad addolcire la trasferta in Repubblica Ceca, ma lo Slavia ha saputo impensierire più volte la retroguardia del Chelsea con delle ripartenze feroci. Il ridotto margine di vantaggio obbliga gli uomini di Maurizio Sarri a prestare grande attenzione alla sfida di Stamford Bridge. I cechi hanno ben poco da perdere e lo stimolo di eliminare una delle favorite potrebbe essere psicologicamente un fattore. Lo Slavia Praga ha ottenuto buoni risultati in trasferta, come la vittoria per 1-4 a Genk o il prestigioso 2-2 al Sanchez Pizjuan di Siviglia. Tuttavia, il Chelsea ha a disposizione un tasso tecnico altamente superiore e i favori del pronostico sono tutti per i padroni di casa.

Eintracht Francoforte-Benfica

Quella di Francoforte si candida ad essere la partita più divertente della serata di Europa League. Due squadre sbarazzine, sia per la giovane età, sia per il modo di interpretare il gioco del calcio, si sfidano nel caldissimo scenario della Commerzbank Arena. All’andata, l’espulsione di N’Dicka e il talento di Joao Felix hanno presto indirizzato la gara a favore del Benfica, ma la pericolosità offensiva dell’Eintracht ha permesso ai tedeschi di trovare ben due reti nonostante l’inferiorità numerica. Domani sera, i padroni di casa ritroveranno la parità numerica e avranno 90 minuti a disposizione per mettere in difficoltà i ragazzini del Benfica. Da Rebic a Gedson Fernandes, passando per Jovic e Joao Felix, il talento in campo non mancherà. Le emozioni sono assicurate, l’approdo in semifinale è tutt’altro che scontato per i portoghesi che dovranno fronteggiare l’ondata delle aquile di Hutter prima di festeggiare.

Valencia-Villarreal

Il derby della Comunità Valenciana tra Valencia e Villarreal è l’accoppiamento più segnato dalla gara di andata. All’ex Madrigal hanno trionfato i ragazzi di Marcelino con un perentorio 1-3, che ammette ben poche possibilità di replica al Sottomarino Giallo. L’infortunio di Kondogbia, fuori per il resto della stagione, non dovrebbe complicare di troppo i piani del Valencia. Il Villarreal è, inoltre, impegnato nella serratissima lotta per rimanere in Prima Division, il che suggerisce agli uomini di Calleja di preservare qualche energia per la delicatissimo impegno casalingo contro il Leganes. Tuttavia, l’Europa League è la coppa delle sorprese, anche se è francamente difficile pensare che il Villarreal riesca a battere il Valencia con tre reti di scarto al Mestalla.