ESCLUSIVA CMT8- Jolanda De Riezo: “Essere donna nel mondo del calcio non è uno svantaggio”

Quasi in sordina, sovrastato dall’onda di entusiasmo che hanno portato i Mondiali, è terminato il campionato di Serie B 2017/2018. Ad una settimana dall’ultima partita di Play Off, il rammarico dei tifosi palermitani e gli attacchi sul web alle scorrettezze dei giocatori del Frosinone sono pian piano scemate sino a passare in secondo piano. Storicamente si sa che la serie cadetta è per antonomasia scoppiettante ed irrequieta e, se prendiamo come esempio l’imprevedibile partita di domenica scorsa, sembra quasi di essere riduttivi. Una stagione al cardiopalma, fino all’ultima partita di Play Off, e dalle grandi emozioni: il “Frosinone in Serie A”, come ironicamente auspicava l’implorante cantautore Calcutta, il ritorno del Parma dopo un lungo viaggio tra le tempestose e fredde classifiche di Lega Pro e la rivincita dell’Empoli dopo la beffa dell’anno precedente.

A chi, allora, dare l’onore di farci raccontare questo campionato in tutte le sue mille sfaccettature?

Astro nascente e volto noto di Sportitalia, ecco chi è Jolanda De Rienzo

Noi della redazione di calciomercatot8.com abbiamo deciso di intervistare Jolanda De Rienzo, volto femminile di Sportitalia, astro nascente della televisione italiana, nonché giornalista esperta del campionato di Serie B.

 

 

 

O FROSINONE, “NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA”

“Il Frosinone ha meritato assolutamente il passaggio in Serie A sia per il lavoro societario sotto la guida del presidente Maurizio Stirpe sia per il gioco proposto dall’allenatore Moreno Longo, in grado di conquistare in poco tempo il consenso di una piazza. Fatta questa doverosa premessa, credo però che la partita sia stata un po’ sporcata dalla decisione dubbia dell’arbitro in merito al calcio di rigore non assegnato al Palermo e per i gesti di poco fair-play da parte sia dei raccatta palle sia degli stessi giocatori del Frosinone. Questi gesti fanno male al calcio e non rispecchiano sia noi come tifosi di questo sport sia lo stesso Frosinone, autore di un’annata degna di nota.”.

L’IMPATTO IN SERIE A

Jolanda De Rienzo in onda su Sportitalia per parlare di Serie B

“Freschezza nelle idee, piedi per terra e pianificazione. Credo possa approcciare bene ad una categoria alta senza dover affrontare quelle difficoltà che tutte le squadre neopromosse fanno fatica a superare.”.

 

 

PALERMO ALLA RICERCA DEL RISCATTO:

“Un presidente passionario non ti permette di pianificare, questo è poco ma sicuro. Nel calcio di oggi bisogna correre e programmare. Mi auguro per i tifosi del Palermo che il loro percorso vada verso la Serie A. Ora è troppo presto per parlarne, la ferita brucia ancora e c’è un grande bisogno di chiuderla immediatamente. È importante in questo momento cominciare a ricostruire per poterci riprovare l’anno prossimo. Se dal punto di vista temporale Benevento ed altro sono avanti, il Palermo ha tutto il calciomercato davanti e tutta la voglia e grinta di rialzarsi. Anche nello stesso presidente Zamparini, chiamato a regalare fin da subito qualche gioia ai propri tifosi.”.

 

IL PARMA DEI RECORD: ECCO COSA PUO’ PORTARE IN SERIE A

“Indubbiamente questo è il Parma dei record. Mai nella storia una squadra era riuscita a fare tanto. Credo che questo Parma possa sorprendere anche nella massima serie. Deve tantissimo ai propri tifosi, alla propria storia e, di conseguenza, non se ne starà lì a guardare. La voglia di fare bene e lottare per mantenere questo traguardo che, solo pensando a qualche anno fa, era considerato irraggiungibile li spingerà ben oltre i propri limiti.”.

UNA DONNA … “NEL PALLONE”

Jolanda Di Rienzo di compagnia del duo Fassone- Mirabelli agli Sportitalia Awards 2017

“Non credo che essere donna nel mondo del calcio sia uno svantaggio. Oggi come oggi si punta molto sulle donne giornaliste alla conduzione. Essere avvenenti e di bell’aspetto è sicuramente un incentivo in più ed è inutile che ce lo nascondiamo: questo attira molto l’attenzione del telespettatore. A mio parere, però, esiste un secondo “step”. Sarebbe troppo semplice soffermarsi solo sull’aspetto esteriore. È essenziale dimostrare a tutti la propria preparazione. Serve costanza, determinazione, curiosità, buone capacità di apprendimento e tanto studio. Scrivere e condurre è sempre stato nelle mie corde e fin da piccola ho avuto la passione per il calcio. Mi ritengo molto fortunata perché il mio lavoro mi dà la possibilità di coniugare talento e passione! Spero che altre donne riescano a sfondare in questo ambito per la loro professionalità e non solo per l’aspetto estetico.”.