Novembre 27, 2021

Calcio Mercato

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Calcio Mercato

Elon Musk afferma che Tesla non ha ancora firmato con Hertz

Elon Musk, CEO di Tesla, durante una conferenza stampa presso la fonderia della Tesla Gigafactory.

Patrick Pleul | Immagine Alleanza | Getty Images

Tesla Il CEO Elon Musk ha dichiarato lunedì sera che la sua società di veicoli elettrici non ha ancora firmato un contratto con la società di noleggio auto. Hertz. Il tweet di Musk contraddice il precedente annuncio e la pubblicità di Hertz del 25 ottobre.

Popolarmente, Tesla Raggiunto la capitalizzazione di mercato di $ 1 trilione Per la prima volta una settimana fa Hertz ha annunciato Crescerà i suoi veicoli elettrici a batteria “con un ordine iniziale di 100.000 Tesla entro la fine del 2022”.

Il sette volte campione del Super Bowl Tom Brady smette di fare pubblicità con le berline elettriche Tesla Model 3 Hertz Garage, accompagnato da avviso.

La CNBC ha contattato Hertz e Tesla lunedì sera per chiedere maggiori informazioni. Nessuna azienda ha risposto prima della pubblicazione.

Mark Fields, il CEO ad interim di Hertz, ha dichiarato la scorsa settimana che la società di noleggio ha iniziato a parlare con Tesla “diversi mesi fa” per l’acquisto dei veicoli. Lo ha descritto come una “relazione migliore” e come parte della mossa di Hertz di guidare le società di noleggio nella gestione di grandi veicoli elettrici.

“Si tratta di relazioni. In questo senso, la relazione con Tesla è molto importante per noi”.

Fields, l’ex amministratore delegato di Ford, ha descritto la mossa come una “discussione strategica” per aiutare le case automobilistiche a iniziare con Tesla e continuare con altre società. “Lo abbiamo fatto con Tesla e il nostro obiettivo è farlo con tutte le case automobilistiche”, ha affermato.

READ  Modi dovrebbe abrogare le leggi agricole indiane a seguito delle proteste

Gli investitori sono stati tradizionalmente disgustati dalle case automobilistiche quando vendono grandi quantità di veicoli alla flotta di noleggio giornaliero. Ciò è dovuto al fatto che le auto e i camion venduti alle società di noleggio sono generalmente venduti con uno sconto e tali offerte vengono utilizzate per ridurre l’inventario gonfiato e aumentare la fornitura totale di veicoli.

Tuttavia, azionisti e analisti hanno risposto favorevolmente all’idea di Tesla di vendere 100.000 veicoli completamente elettrici a Hertz. La mossa è stata vista come un segno che le auto elettriche a batteria si stavano dirigendo verso il mainstream.

Ad esempio, Dan Ives di Wedbush Securities ha scritto in una nota positiva su Tesla il 26 ottobre:

“Riteniamo che questo accordo da 100k Model 3 / $ 4 miliardi + per Tesla sarà considerato una pietra miliare per l’industria dei veicoli elettrici perché oggi solo il 2% delle auto negli Stati Uniti è guidato da veicoli elettrici. La Cina ha la crescita più rapida del 10% + in l’industria automobilistica dagli anni ’50. Speriamo che più consumatori passeranno ai veicoli elettrici nei prossimi anni. “

Le azioni sono aumentate di circa il 33% da quando Tesla ha chiuso il 22 ottobre prima dell’annuncio.

La scorsa settimana, Musk ha detto che era “strano” che anche il rating dell’agenzia di stampa si fosse spostato.

Musk, che possiede una quota del 20% in Tesla, ha visto aumentare il suo patrimonio netto con il prezzo delle azioni della casa automobilistica elettrica. Ora è l’uomo più ricco del mondo.

Ne hanno beneficiato anche altri azionisti interni ed esterni alla società Tori longevi come Ron Barron, dipendenti Tesla e Musk che hanno guadagnato e fornito opzioni nel tempo Compagni di squadra.

READ  Il sole brucia grandi quantità di luce solare dal punto del sole rivolto verso la terra

Due giorni dopo aver annunciato la linea iniziale di 100.000 Tesla, Hertz ha affermato che avrebbe reso disponibile metà delle auto. Uber Autisti In affitto entro il 2023. “Se avrà successo, il progetto si espanderà a 150.000 veicoli nei prossimi tre anni”, ha affermato la società.

Hertz “ha sottolineato che queste ambizioni potrebbero essere influenzate da fattori al di fuori del suo controllo, come la carenza di chip semiconduttori o altre restrizioni”.

Durante il periodo di rapida diffusione dell’infezione da virus corona, Hertz ha presentato istanza di protezione dalla bancarotta, ma il viaggio è stato in qualche modo invertito e la domanda di veicoli a noleggio è aumentata, secondo gli investitori di Nighthead Capital Management e Cerdres Management. Rileveranno l’azienda.