Diritti TV, la Serie A si svaluta e viene sorpassata dalla Ligue 1

Diritti TV, Serie A si svaluta
Diritti TV, Serie A si svaluta

Nell’anno zero del calcio italiano non arrivano notizie confortanti neppure dai numeri dei bilanci. I diritti TV italiani sono stati sorpassati (di valore) da quelli francesi, un segnale poco rassicurante. Cerchiamo di capirci qualcosa di più.

La situazione ad oggi

Mediapro e BeIn Sports hanno soffiato i diritti Tv per il calcio francese a CanalPlus. Un colpo da 1153 milioni di euro, che consente alla Ligue 1 di aumentare gli introiti dei diritti televisivi casalinghi. La variazione in positivo è del 60%, passando da circa 738 milioni a 1153 l’anno, senza aver commercializzato tutti i pacchetti. La Serie A sarà così superata anche dal campionato francese se la trattativa privata della Lega non porterà una cifra più alta nelle casse della Confindustria del pallone. Nel caso in cui la Serie A chiudesse con gli operatori ad una cifra vicina a 950 milioni di euro, avrebbe una crescita minima, vicina allo zero. Uno scenario che è stato accettato dal calcio francese, che tra l’altro avrebbe chiesto meno garanzie della Serie A. La faccenda era stata spiegata dal numero uno di Mediapro Jaume Roures: “Ci chiedono un tipo di garanzie che nessuno ci aveva mai chiesto né in Spagna, né in Francia, né per la Champions League”.

La Serie A rischia quindi di “retrocedere” dietro alla Ligue 1 nelle gerarchie economiche.