Dalbert-Biraghi, finalmente si fa

Dopo la brusca frenata degli ultimi giorni, Inter e Fiorentina sembrano davvero vicine all’intesa. Tutto pronto per rifarsi il look sulla fascia sinistra con lo scambio tra Cristiano Biraghi e Dalbert. L’italiano aveva già da tempo l’accordo con i nerazzurri, mentre nelle ultime ore anche il brasiliano, dopo che è tramontato il suo ritorno al Nizza, si è convinto e ha accettato l’offerta dei viola. Tutto fatto tra le società con la formula del doppio prestito oneroso con obbligo di riscatto. 

L’affare, dopo che il terzino sinistro brasiliano ha accerto la proposta viola, è dunque ormai definito. Per Biraghi si tratta di un ritorno visto che è cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, mentre Dalbert cerca il rilancio dopo due anni non proprio positivi in Italia con la maglia nerazzurra. 

Cosa può dare Dalbert alla viola

Altro imminente acquisto per la Fiorentina di Rocco Commisso. Dopo il recente e chiaccheratissimo arrivo di Frank Ribery, la squadra toscana sta attuando un restyling quasi totale. Dalbert sulla corsia difensiva mancina può trovare la giusta continuità, con meno pressioni di quando calcava il prato di San Siro.

La forma fisica sarà fondamentale per capire quanto l’esterno brasiliano può aggiungere alla causa viola. Corsa invidiabile, con spiccate qualità tecniche più da centrocampista che da terzino, e propensione offensiva, sono queste le armi che ha l’ormai quasi ex inter per stupire Montella.

Cosa può dare Biraghi all’Inter

Un’estate di mercato rovente quella nerazzurra, con tantissimi colpi in entrata e uscita. L’ultimo della lista dovrebbe essere Cristiano Biraghi, a conferma di una tendenza sempre più “italiana” nel ringiovanire e rinnovare la rosa interista.

Fisico importante, tecnica, intelligenza, gol e assist nei piedi, questi gli ingredienti perfetti per un esterno tuttofare che Conte non vede l’ora di avere a disposizione. Biraghi rappresenta l’icona del quinto di centrocampo, anche se finora ha sempre agito nei quattro di difesa. Chissà quale impatto avrà all’ombra del Meazza.