Corsa Champions: Atalanta, Milan, Roma e Torino mettono pressione all’Inter, Lazio fuori dai giochi, pericolosi gli intrecci con la lotta salvezza

La 36° giornata di Serie A è stata caratterizzata dallo sprint delle pretendenti al posto Champions. Le vittorie di Atalanta, Milan, Torino e Roma alzano la quota quarto posto e mettono pressione all’Inter, costretta a vincere nel Monday Night di San Siro, contro il Chievo. Anche se la matematica ancora non condanna la Lazio, i biancocelesti sono praticamente estromessi dalla lotta Champions, nonostante i tre punti di Cagliari. Proviamo ad analizzare i restanti 180 minuti di Serie A, tenendo ben presente i pericolosi intrecci tra la volata Champions e la lotta salvezza.

37° giornata: Milan easy; Roma, Atalanta, Toro e Inter in trasferta

La 37° giornata di Serie A potrebbe sancire i primi verdetti nella corsa Champions. Si inizia sabato sera, con la Roma di Claudio Ranieri impegnata al Mapei Stadium, contro il Sassuolo. I neroverdi hanno dimostrato nel lunch match di Torino di essere tutt’altro che appagati dai 42 punti in classifica. Non una buona notizia per i giallorossi, che conservano comunque ottime chances di portare a casa il bottino pieno. Chissà se il presidente Squinzi vorrà “vendicare” l’adorato Di Francesco, fatto sta che quella di Reggio Emilia è una trasferta alla portata, ma da non sottovalutare. Il programma delle squadre impegnate nella lotta al quarto posto prosegue domenica alle 15:00, con Empoli-Torino. La sfida del Castellani è il più classico dei dentro-fuori per entrambe le formazioni. I toscani sono obbligati a vincere, altrimenti potrebbero ritrovarsi in Serie B al triplice fischio, i granata hanno bisogno dei tre punti per alimentare le speranze Champions ed Europa League. Alle ore 18:00, il ritrovato Milan di Gattuso ospita il Frosinone già retrocesso. Facile pronosticare un’agevole vittoria dei rossoneri. Il clou della giornata è previsto per le 20:30 con Juve-Atalanta e Napoli-Inter. Fare punti all’Allianz Stadium è impresa ardua per chiunque, ma la Juventus post-scudetto non è la corazzata ammirata in regular season e l’Atalanta è la squadra più in forma del campionato. La finale di Coppa Italia potrebbe aver ulteriormente caricato un ambiente già on fire e nulla è precluso alla banda Gasp. Chi rischia è l’Inter impegnata a Napoli. I padroni di casa hanno il solo obiettivo di raggiungere quota 80, ma i nerazzurri non vincono al San Paolo dal 1997. In caso di sei punti con Chievo e Napoli, l’Inter avrebbe la certezza di partecipare alla prossima Champions con 90 minuti di anticipo.

38° giornata: l’epilogo della corsa Champions

L’ultimo turno di Serie A si svolgerà in contemporanea, per preservare la regolarità del campionato. Domenica 26 maggio, tutti in campo alle 15:00, salvo variazioni dell’ultimo momento. Atalanta-Sassuolo, Roma-Parma, Inter-Empoli, Spal-Milan e Torino-Lazio sono le sfide che decreteranno le ultime due squadre italiane ammesse alla prossima Champions League. Gli uomini di Gasperini se la vedranno con il Sassuolo, nello scenario del Mapei Stadium, a causa dei lavori di ammodernamento dell’Atleti Azzurri d’Italia. Il fattore campo potrebbe essere sfavorevole ai bergamaschi, ma l’Atalanta rimane favorita, nonostante la partita venga disputata, di fatto, in trasferta. I risultati del Parma, contro Bologna e Fiorentina, potrebbero influenzare il livello di difficoltà della gara della Roma. Se il discorso salvezza dovesse protrarsi fino all’ultima giornata, gli emiliani, con un Inglese in più, potrebbero costituire uno scoglio ostico da superare. Stessa considerazione da fare in merito all’impegno dell’Inter contro l’Empoli. Caputo e compagni potrebbero giocarsi a San Siro le ultime chances di permanenza in Serie A e lo spirito di sopravvivenza potrebbe disinibire l’Empoli da qualsiasi timore reverenziale. Più agevole l’impegno del Milan. La Spal non ha ambizioni di classifica e le motivazioni dei rossoneri potrebbero dare la spinta necessaria ad ottenere i tre punti. Infine, Torino-Lazio. La sfida potrebbe costituire un vero e proprio spareggio per l’Europa League e, al contempo, essere l’ultima spiaggia per le ambizioni Champions dei granata. Da non sottovalutare, la possibilità che la Lazio abbia già ottenuto il pass per l’Europa League tramite la Coppa Italia, il che aumenterebbe le chances di vittoria del Toro.