Attesa per la sentenza UEFA

Il Milan è ancora in attesa di conoscere la sentenza che definirà il destino nelle competizioni UEFA della squadra di Gattuso. Due mattine fa vi avevamo parlato di come la società rossonera fosse pronta a ricevere cattive notizie circa una sempre più probabile esclusione dall’Europa League del prossimo anno. Da quel che filtra da Nyon, le notizie non sono per niente buone, in quanto si sta andando a grandi passi verso la direzione che porta all’esclusione. Non si dovrebbero tirare le somme prima del dovuto, ma a questo punto il Milan non deve che sperare in un miracolo. Ma non solo: la squalifica potrebbe anche protrarsi fino alla prossima stagione. Con l’esclusione dei rossoneri, il campionato di Serie A terminato lo scorso maggio verrebbe rivoluzionato.

Atalanta e Fiorentina alla finestra

Spettatrici della situazione, Atalanta e Fiorentina: i bergamaschi, nel caso in cui il Milan venisse squalificato, accederebbero direttamente alla fase a gironi della prossima Europa League, mentre i Viola ritornerebbero a giocarsi una competizione UEFA a distanza di tre anni. Nonostante tutto, Gasperini non ha alcuna intenzione di modificare la data del ritiro dell’Atalanta: 4 luglio. Inoltre in questo periodo si stanno già disputando le primissime fasi di Europa League, comprendenti squadre di campionati minori. Da quel che risulta, secondo anche il ‘Corriere di Bergamo’, la Dea dovrebbe scendere in campo nei preliminari di Europa League contro una squadra bosniaca o armena. L’eventuale avversaria dell’Atalanta si scoprirà dopo l’incontro tra Sarajevo e Banants. Intanto, è già febbre trasferta per i tifosi, impazienti di ritornare a calcare i palcoscenici d’Europa. Entro il weekend si saprà cosa ha riservato il destino di Milan strettamente legato al futuro di Atalanta e Fiorentina.