Champions League, Roma-Porto 2-1. Zaniolo che doppietta!

Allo Stadio Olimpico ore 21.00 è andato in scena l’incontro Roma-Porto valido per l’andata degli ottavi di finale di Champions.

Primo tempo

Inizio molto equilibrato con una prolungata fase di studio. Nei primi 45′ minuti le due squadre hanno badato più a non prenderle che a creare occasioni da rete. Entrambe le compagini sono parse fin dall’inizio molto aggressive, motivo per cui non è stato facile costruire gioco da ambedue le parti. La vera occasione da rete del primo tempo capita sui piedi di Dzeko: servito da uno splendido lancio in verticale di Fazio, il bosniaco entra in area, superando in dribbling il proprio marcatore, ma trova sulla sua strada un super Casillas che devia miracolosamente il pallone sul palo. Da segnalare poi, un altro paio di traversoni interessanti dei giallorossi, che nel finale di prima frazione di gioco sono parsi più determinati nel cercare la via del gol, ma che non hanno sortito l’effetto sperato. Il primo tempo termina 0-0.

Secondo tempo

La ripresa comincia sulla falsariga del primo tempo. Squadre molto abbottonate. Al 57′ sugli sviluppi di calcio d’angolo è Danilo Pereira a mettere i brividi ai tifosi giallorossi. Colpo di testa che sfiora il palo alla sinistra di Mirante ormai superato dal pallone. Prima vera occasione per i dragoni. Al 66′ è Pellegrini che servito da Cristante poco dentro l’area sferra un bolide, ma sfortunatamente per lui centrale, e Casillas blocca. Al 70′ Roma in vantaggio: su fallo laterale, la palla arriva a centro area a Dzeko che serve un assist a Zaniolo, il baby giallorosso controlla e con un potente diagonale fulmina Casillas, vantaggio meritato. Primo gol in Champions del classe ’99. La Roma sale in cattedra e al 76′ raddoppia ancora con Zaniolo, rapido a insaccare con un tap-in una respinta del palo colpito da Dzeko. Ma non passano che tre minuti e al 79′ il Porto accorcia: è Adrian Lopez che raccoglie una svirgolata di Tiquinho in piena area e buca la porta romanista con un diagonale da sinistra. Le squadre si allungano e inizia la girandola delle sostituzioni. La Roma prova ancora ad aumentare il vantaggio con un tiro pericoloso di Kolarov ma nulla più accade degno di nota. Si conclude così l’andata di questo ottavo di finale. Peccato per quel gol preso in maniera sfortunata dalla Roma. Qualificazione rinviata alla gara di ritorno.