Champions League girone A (22/11/2017), analisi dei match: il Manchester United va ko e i verdetti sono rimandati all’ultima giornata!

Il girone A lascia aperti tutti i verdetti all’ultima giornata. Con le vittorie di Cska e Basilea, lo United non è aritmeticamente qualificato e nell’ultima giornata le 3 squadre di giocheranno il passaggio del turno. Il Benfica invece resta a 0 già fuori da tutto.

CSKA MOSCA-BENFICA 2-0

Parte subito forte il Cska che dopo 5 minuti sfiora il gol con Vitinho, ma la sfera lambisce il palo. I russi spingono ancora e passano in vantaggio al 12′ con Schennikov che è freddo a battere Varela su suggerimento di Natcho. Dopo 2 minuti il Benfica reagisce ma Jonas spreca clamorosamente a pochi passi dalla rete sbucciando il pallone. Al 27′ Dzagoev chiama il portiere ospite al riflesso. Gli ultimi minuti del primo tempo vedono il Cska in pressing ed il Benfica in difficoltà.

Inizia il secondo tempo e il club russo trova il raddoppio grazie ad un autogol di Jardel dopo una pregevole azione di Vitinho. Non c’è una reazione portoghese e ancora Vitinho al 68′ sfiora il gol. Negli ultimi minuti prova ancora ad attaccare il club padrone di casa e gestisce senza affanni i timidi attacchi del Benfica riuscendo così ad andare al sodo ottenendo 3 punti importantissimi.

BASILEA-MANCHESTER UNITED 1-0

La prima occasione del match arriva al 12′ ed è di marca reds. Lukaku ci prova ma Vaclik è attento. Ancora Manchester in avanti pochi minuti dopo con un ottimo inserimento di Fellaini che di testa sfiora la rete. Passa il tempo e lo United alza sempre di più il suo raggio di azione, Basilea che non riesce ad essere pericoloso. Gli ospiti vanno vicinissimi al gol al 41′ ancora con Fellaini che di testa colpisce il palo. Ancora un legno per lo United, questa volta lo colpisce Rojo con un tiro da fuori.

La seconda frazione inizia con la falsa riga del primo, Lukaku di testa dopo una manciata di minuti mette a lato. Prova a rispondere il Basilea che finalmente prova ad affacciarsi dalle parti di Romero al 57′ ma l’argentino dice di no alla conclusione di Steffen. Ci prova ancora il numero 11 degli svizzeri ma ancora Romero si distende e para. Al 68′ ancora padroni di casa vicinissimi al gol ma Lang di testa colpisce il palo. Nel finale lo United sembra accontentarsi del pari e allora il Basilea prova ad alzare i ritmi. Il gol che fa esplodere lo stadio svizzero arriva al 92′ con un’incornata di Lang che batte Romero per il gol che vale i tre punti.