Champions League, Barcellona-Lione 5-1: analisi del match

Con una sonora manita uno straripante Barcellona batte il Lione al Camp Nou e si qualifica ai quarti di finale di Champions League. Migliore in campo, manco a dirlo, Messi, che risponde a distanza a Cristiano Ronaldo.

PRIMO TEMPO

Fin dai primi minuti della partita si capisce  che il Barcellona è in serata di grazia. Lopes è costretto subito alla gran parata su Messi, il Lione prova a reagire con una conclusione velleitaria di Ndombele. Al 16′ Denayer stende Suarez e viene assegnato calcio di rigore per i blaugrana: Messi con un delizioso cucchiaio fa 1-0. Prima Suarez e poi Rakitic sfiorano il raddoppio, che arriva al 31′ grazie a Coutinho, ben servito da Suarez. Nel finale di tempo è proprio l’uruguaiano a cercare la gioia del gol ma con poca fortuna.

SECONDO TEMPO

La ripresa riparte come era finito il primo tempo, cioè con il dominio blaugrana. Messi scavalca il portiere con un tocco morbido ma un difensore avversario salva sulla linea. All’improvviso si accende anche il Lione che prima ha una buona occasione con Fekir e poi accorcia le distanze con Tousart in mischia al 58′. La partita cambia improvvisamente ed è proprio capitan Fekir a sfiorare il gol del pareggio. Nel finale però torna a dominare la scena il Barcellona. Al 78′ Messi cala il tris con un diagonale di destro, all’81’ la Pulce serve l’assist per il poker di Piqué e all’81’ fa lo stesso per la manita di Dembelé.