CdS: Inter, Gabigol verso il Flamengo. Prelazione per Lincoln?

L’Inter è interessata a Lincoln, punta centrale classe 2000 del Flamengo. Il Corriere dello Sport in edicola oggi rilancia la possibile trattativa che vedrebbe come protagonista Gabriel Barbosa detto Gabigol. “Ci sarebbe un diritto di prelazione, all’interno di una futura cessione di Gabigol a titolo definitivo al Flamengo. Nei fatti, la stessa dinamica che un anno e mezzo fa poteva permettere al Valencia di strappare Lautaro Martinez al club di Zhang. In quel caso l’inserimento degli spagnoli, che mantenevano una priorità sull’acquisto, era finito con un nulla di fatto perché non venne pareggiata l’offerta interista al Racing Avellaneda. Lincoln – per adesso bloccato da un infortunio – ha un contratto con la società brasiliana fino al 2023. Al momento Gabigol ha capito che l’Europa proprio non fa per lui. Appena dieci presenze all’Inter, un solo gol a Bologna – squadra contro la quale aveva esordito, un girone prima – poi il prestito al Benfica dove pure un paio di spezzoni in Champions League li ha fatti. Cinque gettoni totali nei quattro mesi in Portogallo, una miseria. Nel Santos, goleador ritrovato: 27 reti e titolo di capocannoniere del campionato. Col Flamengo siamo già a 28. Abbastanza per ragionare sul futuro – normale che in patria adesso vogliano tenerselo – e trovare una soluzione che faccia gioco anche all’Inter“.  

Conferme dal Brasile

In tal senso, meno di ventiquattro ore fa, direttamente dal Sudamerica Luciano Calheiros, giornalista di Fox Sports, sosteneva che nell’affare Barbosa i nerazzurri vogliano inserire anche un’opzione di acquisto per il baby talento rubronegro Lincoln, da tempo accostato ad altri club italiani. Si tratterebbe di un accordo che porrebbe l’Inter in posizione di priorità assoluta qualora al Flamengo arrivasse una proposta di acquisto per l’attaccante. Pareggiando l’offerta, con l’ok di Lincoln, sarebbero i nerazzurri a comprare il cartellino. Operazione simile a quella realizzata proprio dai brasiliani con Lucas Paquetà, per il quale il Valencia aveva un diritto di prelazione ma non pareggiò la proposta del Milan.