Capitolo Dybala: tutte le strade portano alla Juve

Dybala-Icardi, Dybala-Lukaku, Dybala al Psg o al Tottenham. Da gennaio a questa parte non si fa altro che parlare dell’argentino lontano dalla Juventus. Prima i mal di pancia con Allegri, ora l’abbondanza in attacco, ogni scusa è buona per accostare la Joya al mercato in uscita. La realtà dei fatti è ben diversa. Dybala è pronto ad iniziare la sua quarta stagione in bianconero, la prima agli ordini di mister Sarri. Non sarà l’ex Palermo a chiedere la cessione, anzi. Il percorso tecnico-tattico intrapreso da Sarri stimola e non poco il 10 bianconero che non vede l’ora di tornare ad occupare una posizione più vicina alla porta, proprio come ai tempi di Palermo. I dissidi con Allegri non hanno intaccato il rapporto tra l’argentino e l’ambiente juventino. L’unica circostanza che potrebbe portare Dybala a riconsiderare il proprio futuro sarebbe un’esclusione  da parte della dirigenza. Ma questa non sembra essere nei piani di Paratici e Nedved.

Dybala vuole la Juve, ma la Juve vuole Dybala?

Difficile pensare che un calciatore possa chiedere di lasciare la Juve al giorno d’oggi. Cristiano Ronaldo ha arricchito l’appeal del club bianconero e gli acquisti di De Ligt, Ramsey e Rabiot ne sono la controprova. L’ingaggio da 7 milioni più bonus soddisfa le pretese contrattuali di Dybala che ha gradito anche il cambio in panchina. Insomma, la Joya si trova bene a Torino e non ha nessuna esigenza di cambiare aria. Al contrario, bisogna chiedersi se la società bianconera sia contenta del rendimento di Dybala. La stagione scorsa è stata particolarmente deludente, alla luce delle potenzialità dell’argentino, motivo per il quale è possibile che la Juventus abbia fatto delle riflessioni. Con la permanenza di Allegri, il futuro di Dybala sarebbe stato quasi certamente lontano da Torino. Viceversa, con l’arrivo di Sarri, Paratici e Nedved credono che Dybala possa trovare nuovi stimoli e motivazioni, una sorta di Dybala bianconero 2.0. Inoltre, i sondaggi effettuati sul mercato non hanno dato feedback positivi. La valutazione della Joya ha subito un drastico ridimensionamento e questo obbliga la Juventus a puntare ancora sull’ex rosanero. Manchester? Psg? No, tutte le strade portano alla Juve.