Dopo Verdi, ecco anche Lainer

Il Napoli è scatenato, con il d.s. Giuntoli che si sta muovendo rapidamente, seguendo le istruzioni del neo allenatore Carlo Ancelotti. Dopo aver chiuso l’acquisto di Simone Verdi dal Bologna, ora la dirigenza partenopea sta per ufficializzare l’arrivo di Stefan Lainer dal Salisburgo. Il terzino destro è stato protagonista nella sfida di Europa League contro la Lazio. Il Napoli vuole crescere soprattutto a livello di esperienza internazionale ed in vista della nuova stagione. Il secondo posto ottenuto alle spalle della Juventus brucia ancora, quindi per compiere il salto di qualità sarà necessario garantire ad Ancelotti i giusti sostituti che si riveleranno all’altezza dei titolari. L’arrivo di Lainer non prescinde dalla permanenza o meno di Elseid Hysaj, in quanto l’austriaco è il sostituto naturale del giocatore albanese. In vista del ritiro di Dimaro, Ancelotti al momento può contare su questi due nuovi nomi.

Lainer, sostituto ideale di Hysaj. Ma non sarà l’unico rinforzo a destra

Stefan Lainer è un terzino destro classe 1992 austriaco. In carriera non ha mai vestito maglie di squadre top, tra Grodig, Liefering e Ried. Dopodiché, dal 2015, Lainer è divenuto un calciatore del Salisburgo, dove ha comunque potuto mettersi in mostra. Le sue qualità sono state notate da Carlo Ancelotti, che di profili interessanti se ne intende. Per far crescere le proprie squadre, l’ex allenatore del Milan ha sempre puntato su giocatori veloci ed abili nel dribbling. E’ la storia che lo dice, chiederlo ai vari Cafù, Serginho e tanti altri calciatori che insieme ad Ancelotti hanno vinto il mondo. Ora è arrivato il momento anche per Stefan Lainer di approdare in Italia da uno dei maestri di calcio più importanti al mondo. Un’operazione da 10 milioni di euro, per regalare ad Ancelotti un terzino, un rinforzo, un sostituto perfetto ad Hysaj. E’ questo che è mancato al Napoli dello scorso anno, una serie di rincalzi all’altezza dei titolari. Da ciò che filtra, Lainer non sarà l’unico rinforzo sulla fascia di destra: Ancelotti segue con attenzione anche Lotomba dello Young Boys ed Elvedi del Borussia Moenchengladbach.