Ritorno della Juve all'”italiana”

La Juventus in questo periodo non si ferma mai. Dopo aver sistemato i colpi Emre Can a parametro zero, Perin dal Genoa e Darmian dal Manchester United, la dirigenza bianconera sta pensando a come sistemare ulteriormente la difesa, prima di concentrarsi anche sul reparto avanzato. L’idea è quella di ricreare il blocco italiano che contraddistingue la Juventus. Perin, Darmian, Caldara e Spinazzola ne sono la prova. Ma i bianconeri non hanno alcuna intenzione di fermarsi. Intanto si parla di un interesse del Marsiglia su Benatia, il quale nella passata stagione ha avuto qualche disputa con Massimiliano Allegri. Potrebbe verificarsi un Bonucci-bis, quando litigò con l’allenatore e dovette fare le valigie andandosene al Milan. Barzagli e Chiellini hanno praticamente firmato il rinnovo di contratto: il primo rimane ancora un anno, ma verrà utilizzato con il contagocce. Chiellini, invece, non garantisce certezze, in quanto spesso è infortunato.

Romagnoli, il sogno di Paratici. Rinnovo col Milan che tarda ad arrivare

Il Milan è costretto a fare i conti per quanto riguarda la vicenda del Settlement Agreement. La possibile esclusione dall’Europa League potrebbe significare l’addio di giocatori importanti per la squadra. Uno di questi è sicuramente Alessio Romagnoli. Il difensore è al pari di Caldara uno dei migliori prospetti italiani. Il Milan non intende privarsi di un giocatore simile, ma il rinnovo di contratto ha subito una brusca frenata. Sulle tracce di Romagnoli, sfruttando la potenziale occasione, vi sarebbe la Juventus. Il QS, in prima pagina riporta: “Romagnoli, la Juve si espone.” I primi contatti tra Marotta e Fassone sono stati avviati. Il prezzo del cartellino è di 60 milioni, anche se per il Milan si tratta di un giocatore incedibile. Alla Juventus arriverebbe in un contesto di crescita e verrebbe affiancato da Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini, due che conoscono bene il ruolo di difensore. Da decifrare invece il futuro di Daniele Rugani.